Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Consulti > Stress affettivo

Consulti

Stress affettivo

Psicologo Psicoterapeuta
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Sessualità
Cell.: 347 0341776

Salve Dottoressa, spero Lei sia la persona giusta a cui chiedere aiuto… Sono un ragazzo di 24 anni che crede moltissimo nell’amicizia, e in particolare ho un bel legame forte con il mio migliore amico, un coetaneo che conosco da 10 anni col quale ho frequentato le scuole superiori e adesso l’università. Da un mese circa lui sta frequentando una ragazza, e sembra che sia sulla buona strada per fidanzarsi. Io sono contento di questo, lei sembra una ragazza seria e affidbile, e anche io sto conoscendola pian piano. Il mio problema sta nel fatto che anche se sono sicuro che il mio amico non si allontanerà da me, non so bene perchè ma sto male all’idea che lui possa avere “sviluppi intimi” con questa ragazza… Mi viene un’ansia stressante che mi fa stare male per giorni, e nervosismo allo stomaco… Ho pensato che forse questo mio fastidio derivi dal fatto che non ho avuto praticamente nessuna esperienza con ragazze finora…ed è quasi così anche per lui… quindi forse è solo perchè è una novità… Aggiungo, se può servire, che ho un padre severo che mi causa da sempre varie insicurezze e un pò di scarsa autostima… Come faccio a stare sereno e a non stare male pensando a questo? So che anche lui mi vuole tanto bene, abbiamo anche parlato di questo… Cosa posso fare? La ringrazio per l’attenzione, buon lavoro!

Risposta

Caro Giovanni il rapporto con i pari è di fondamentale importanza in tutte le fasi della vita ma riveste un ruolo notevole specialmente nel periodo dell’adolescenza e della giovinezza quando ognuno di noi è chiamato a svolgere l’importante compito della SEPARAZIONE-INDIVIDUAZIONE dalla famiglia d’origine.  Tu frequenti questo amico da quando avevi 14 anni, con lui sei cresciuto ed immagino ti sia confrontato e supportato in questi anni spesso tanto difficili. Hai condiviso con me anche il particolare importantissimo di avere una figura paterna particolarmente severa che ha avuto ed ha su di te un influenza non sempre positiva. Tutto ciò ha probabilmente dato ancora maggiore importanza e valore al tuo amico che hai sentito simile a te per molti aspetti, non da ultimo la scarsità di relazioni affettive.Lui è stato per te in tutti questi anni un importante ALTRO con cui interfacciarsi; trovo assolutamente plausibile che la prospettiva di un suo “allontanamento” dovuto a possibili “sviluppi intimi” (come li chiami tu!Occhiolino) ti faccia star male e venire il “nervosismo allo stomaco”.Certamente se la storia con questa ragazza avrà ulteriori sviluppi è verosimile che lei si inserisca nel vostro rapporto richiedendo una ristrutturazione, ovvero le “regole” che fino ad ora hanno organizzato il vostro rapporto (cose fatte insieme, vacanze, uscite…)dovranno ora subire delle modifiche.Il cambiamento molto spesso spaventa ma può portare con sé innovazioni piacevoli ed essere anche per te lo stimolo per aprirti a nuovi ALTRI.Mi scrivi di sapere che lui ti vuole bene: con questa certezza prova a parlare con lui, parlando di te e di quello che in questo momento ti preoccupa e che non ti fa star bene. Chi meglio di lui saprà ascoltarti e comprenderti? Provate insieme a rinegoziare le regole del vostro rapporto. Continuate a crescere insieme!Un augurio sincero!

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Consulti
Affrontare il trauma dell’abuso

buona sera dottore ,mi presento mi chiamo serena e ho 20 anni,mi scuso se mi sono permessa di scriverle ma...

Chiudi