Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Consulti > Richiesta visita per problema respiratorio

Consulti

Richiesta visita per problema respiratorio

Psicologo Psicoterapeuta
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Sessualità
Cell.: 347 0341776

Gentile Dott. Di Vaio, Ho 28 anni ed ho un problema fisico che mi ha reso ormai la vita impossibile, non tanto per il dolore, non intenso ma costantemente presente, (al trapezio dx, al romboide dx, fino al dorsale dx, insomma tutti i muscoli intorno la scapola dx), quanto piuttosto per le difficoltà respiratorie che mi provoca, lo stato di ansia nervosa, la pesantezza agli occhi e soprattutto la difficoltà a trovare posizioni comode (seduto al pc, in auto, a letto). Aggiungo che ho praticato a livello agostico lo sport del calcio dall’età di 7 anni, fino a quella di 19anni; e da allora (come ho smesso) pur avendo continuato cmq a praticare altri sports, sono iniziati i miei problemi, inizialmente come un piccolo fastidio, fino ad arrivare agli ultimi 2 anni in cui la problematica della difficoltà respiratoria (dovuta al dolore continuo) ha reso davvero difficile le mie giornate e soprattutto il mio riposo notturno. Ho inoltre notato che la postura ha un ruolo importante in tutto questo, (anche se ad esempio una notte riposo bene, come mi siedo al pc, o in automobile, si ripresentano il dolore e la difficoltà respiratoria, con conseguente blocco del diaframma che settimanalmente mi viene sbloccato dal fisioterapista da cui mi reco). Premesso tutto ciò, mi rendo conto che finora mi sono orientato unicamente ad un approccio curativo di tipo fisico, ma senza alcun risultato, sto quindi valutando l’ipotesi di tentare un approccio di tipo diverso, mi piacerebbe conoscere la sua opinione al riguardo e se ritiene opportuno visitarmi. Allego una tabella in cui sono riassunti specificatamente i sintomi che ho e le terapie finora effettuate, quasi senza nessun miglioramento. Come vedrà ho effettuato davvero tanti controlli e visite, vorrei riuscire a trovare la causa di questo problema per poterlo così finalmente risolvere. Grazie tante , Mauro SINTOMI TERAPIE EFFETTUATE Dolore al trapezio destro e ai muscoli vicino la scapola, che si irradia fino al dorsale. Ginnastica posturale Difficoltà respiratorie Trazioni cervicali + massaggi cervicali Male agli occhi Sedute di rilassamento da osteopata Situazione di ansia nervosa Sedute da chiropratico con manipolazioni Difficoltà a trovare posizioni di seduta comode (in macchina, al computer, sul divano, al letto) Cerotti antidolorifici ed antinfiammatori variCiclo di Ionoforesi Tutti questi sintomi si accentuano maggiormente in situazioni statiche, e si attenuano facendo sport (a caldo) per poi riapparire. Yoga e shatsu Collare cervicale, fascia reggispalle. Diverse Visite da ortopedici e specialisti ESAMI SOSTENUTI Ginnastica Chinesiologica(lieve sollievo solo il giorno successivo agli esercizi)(Metodo “Dysmofit”) RM Cervico-Dorsale:Protrusione discale posteriore, mediana-paramediana sn C3-C4.Salienza discale posteriore, mediana, C4-C5, D6-D7 e D8-D9. Non si apprezzano alterazioni a livello del canale vertebrale e del midollo esaminato. Stretching: (da sollievo e provoca degli scrocchi cervicali e dorsali).Mesoterapia + miorilassanti (senza alcun miglioramento)Massaggi + tens+ Cinesi (massaggi profondi nervo di Arnold e sovraspinoso) ELETTROMIOGRAFIA: Nella norma. Algie spalla ds. SPIROMETRIA . Nella norma. GASTROSCOPIA Gastrite cronica superficiale, lievemente attiva ed erosiva. MAURO

Risposta

Gentile Mauro

Il quadro riassuntivo del suo iter medico mi permette di avere un’idea chiara sulla sua condizione di disagio.  Il primo elemento che mi giunge è l’invasività del problema. Tutte le settimane, mi dice, è costretto a ricorrere alle cure del fisoterapista per farsi aiutare a sbloccare il diaframma. L’immagine che mi ha suscitato è di una persona che deve essere aiutata a respirare… una persona, tra l’altro. che ha solo 28 anni! Il mio approccio clinico è un approccio integrato, mi trovo, quindi a collaborare spesso con figure professionali diverse dalla mia. In questo caso specifico sarà mia cura far visionare la sua tabella riassuntiva alla mia collega terapista e osteopata, e ciò per avere un feedback professionale sui trattamenti a cui lei si è già sottoposto.Lei mi scrive che sta valutando l’ipotesi di un approccio diverso e, rivolgendosi a me, immagino si riferisca all’approccio psicologico.Quando il corpo, come nel suo caso, si ammala una parte di noi, quella più profonda, inconscia sta inviando un messaggio, reclama attenzione. Provare ad interrogarsi  e a fare un approfondimento su di sé può certamente essere utile per capire l’origine della sua malattia, per rispondere alla domanda “Cosa questo sintomo mi vuole dire?”. Una volta compreso il “messaggio” è spesso possibile agire in quella direzione per arrivare a gestire il sintomo.Incontrarla (non  per una “visita” che è propria del mondo medico) per una consulenza mi è assolutamente possibile; valuti lei le sue reali possibilità dal momento che non si trova a Roma dove io ricevo.

La ringrazio molto per la fiducia accordatami.

Si prenda cura di sé… guardando al suo sé sia nel corpo che nell’anima


 

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Consulti
consulto

Il visitatore chiede: Buonasera dott.sa, Mi chiamo Francesca Romana e sono bulimica da 3anni. Sempre cosciente d volerne uscire, non...

Chiudi