Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Disagio Giovani (Infanzia E Adolescenza) > ADHD – Disturbo da Deficit di Attenzione / Iperattività

ADHD – Disturbo da Deficit di Attenzione / Iperattività

Spesso indicato con la sigla ADHD, acronimo di Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder, il Disturbo da Deficit di Attenzione è caratteristico della prima infanzia: difficoltà a mantenere concentrazione ed attenzione e comportamenti di iperattività e impulsività, difficilmente controllati e controllabili sia dal bambino che dall’adulto.

Si differenzia dalla naturale vivacità dei bambini, tipica dell’età. Ciò che viene a mancare è l’autocontrollo.
Per fare una diagnosi di ADHD occorre che i sintomi si siano presentati prima dei 7 anni. Le manifestazioni principali sono:

  • Difficoltà a rispettare le consegne date nei compiti e le regole dei giochi
  • Difficoltà a mantenere l’attenzione su una attività (è facile che salti da una cosa all’altra lasciandole tutte incomplete)
  • Tendenza ad essere sempre agitato e non mantenere la postura seduta
  • Tendenza ad interrompere i discorsi e a parlare con i compagni durante le lezioni
  • Inadeguatezza della memoria a breve termine

Queste caratteristiche rendono difficile la gestire di questi bambini, soprattutto all’interno dei gruppi, come una classe; anche in famiglia e nella sfera sociale in generale sono a rischio di emarginazione.
La mancanza di successi scolastici, sportivi e sociali li espongono più facilmente a depressione e  mancanza di autostima e senso di inadeguatezza, che li rende più vulnerabili soprattutto in fase adolescenziale alle condotte devianti.

Spesso si presenta associato ad altri disturbi, come quelli specifici dell’apprendimento, il disturbo oppositivo-provocatorio e il disturbo della condotta.

CAUSE

Non c’è ancora in letteratura unanimità circa le cause.
Secondo alcuni esiste una componente genetica e neurologica.

TRATTAMENTO

Molto comune nei casi di ADHD è il trattamento farmacologico con metilfenidato, della famiglia delle anfetamine; attorno a questo uso-abuso di psicofarmaci nei bambini ci sono state anche delle sollevazioni da parte di numerose associazioni.
Il trattamento non farmacologico può prevedere:

  • Counseling psicologico di sostegno ai genitori e agli insegnanti
  • Interventi di potenziamento delle abilità sociali e delle strategie di apprendimento
  • Interventi di implementazione dell’autostima.

Commenti

Una risposta a “ADHD – Disturbo da Deficit di Attenzione / Iperattività”
    Trackbacks
    Check out what others are saying...
    1. […] messaggio è chiaro: “la sindrome da deficit di attenzione e iperattività  (ADHD) non si cura con le medicine”. La campagna culturale e sociale di Pensare oltre sostiene […]



    Lascia un commento

    Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

    Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!