Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Consulti > Paura sempre paura

Consulti

Paura sempre paura

Psicologo Psicoterapeuta
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Sessualità
Cell.: 347 0341776

Curiosando x il web ho scoperto questo sito e mi sono detta “xké no?”! ho pensato ultimamente di aver bisogno di un consulto psicologico ma non ho mai preso coraggio x affrontare questo. ho 29 anni e da un paio d’anni e mezzo soffro d’ansia. ossia, ho sempre avuto quella paura di sottofondo, forse benevola, che si fa sentire nelle situazioni di tensione (scuola, amore ecc..) ma ultimamente questa paura si è fortificata a tal punto di sfociare in veri e propri attacchi d’ansia. premetto che sono consapevole del fatto che è tutta una questione mentale e che so di non avere nessun tipo di malattia grave o infarto in corso (come invece sono portata a pensare durante quegli episodi d’ansia), ma ultimamente ad ogni piccola cosa fisica che mi succede mi sopraffà il pensiero che dovrò morire da un momento all’altro. posso spiegare in qualche modo la mia vita e che tipo di persona sono: sicuramente in tutto ciò non mi è d’aiuto il fatto di avere una mamma (con la quale ho un bellissimo rapporto) ansiosissima che, x citare un esempio, ad ogni viaggio che faccio la vedo lì col faccino triste quando parto come se andassi al fronte xké pensa che chissà che mi potrebbe succedere, e che finché non torno so che sta sempre un po’ così così xké pensa sempre a male… il mio ragazzo non è molto paziente su questa mia situazione di nervi, e mi ripete anche lui che non sono né pazza né malata… ho un’attività in proprio e tanta gente che mi vuole bene; sono una persona molto insicura ma me la cavo benissimo in un sacco di ambiti, non mi reputo una brutta ragazza né una stupida ma mi viene sempre da pensare che se mi fanno un complimento mi stiano soltanto prendendo in giro… sono sempre stata vista come la brava ragazza del paese e di questo ne vado fiera, non sono affatto dipendente dal giudizio degli altri… solo da quello di mia madre xké solo di lei mi fido avendo avuto numerose delusioni dalle amiche. anche questo fatto del giudizio materno però mi pesa xké faccio tutto o quasi x compiacere lei e non farla stare male… lo so questa mail è un po’ contorta ma x fare un discorso che fila con tutta la valanga di cose che ho in mente ci vorrebbero ore… il succo della questione è che va a finire che non mi godo niente della vita e resto sempre lì a pensare e rimuginare e mi faccio pervadere da questa gran paura di morire e di non aver concluso niente nella vita, o cmq dalla paura di non riuscire a dimostrare di amare abbastanza le persone che ho accanto, e tante volte anche di non essere all’altezza degli altri. mi sottovaluto pur sapendo di valere e non riesco molto a gestire quest’ansia, pur rendendomi conto che è inutile e controproducente sentirsi così. ci sono delle giornate in cui sto proprio bene e mi dico che sono proprio una scema a rovinarmi la vita con questi pensieri assurdi, e vorrei che quelle giornate durassero x sempre… c’è una possibilità di tornare ad essere quel leone che ero solo un paio d’anni e mezzo fa? grazie, vera
Risposta

Cara Vera

vorrei provare a risponderti partendo dalla tua ultima frase: “c’è una possibilità di tornare ad essere quel leone che ero solo un paio d’anni e mezzo fa?”

Mi dici che hai sempre avuto una certa dose di paura di “sottofondo”, una paura che potevi ritenere “benevola” che però negli ultimi tempi si è andata fortificando.

Mi corre quasi l’obbligo di stimolarti a riflettere su cosa sia successo  in quest’ultimo periodo, cosa sia cambiato da un anno e mezzo a questa parte.

Oggi anche se in questa forma “virtuale” ti apri al confronto con l’altro e palesi il tuo bisogno di stare meglio, magari anche di essere aiutata. Mi appare evidente che proprio in questo momento per te la situazione sia particolarmente difficile da gestire come hai fatto fin d’ora.

Convivere con l’ansia richiede la messa in atto di alcune strategie e tu oltre ad “occuparti” della tua, hai dovuto gestire anche quella della tua mamma.

Scrivi di non temere il giudizio degli altri fatta eccezione per il giudizio materno: “faccio tutto o quasi x compiacere lei e non farla stare male”.

Ognuno di noi per crescere ha bisogno di portare a compimento un delicato processo evolutivo: la separazione-individuazione dalla famiglia d’origine, che in parole povere vuol dire mettersi al centro della propria vita e valutarla e impostarla tenendo in considerazione in primis il proprio punto di vista. Cosa è giusto o sbagliato per me, cosa è funzionale per me, cosa è più vicino al mio personale modo di essere…

Mi scrivi che tua madre è l’unica persona di cui ti fidi e questo certamente racconta di un rapporto profondo e di un legame importante, ma è fondamentale per te e per il tuo benessere che tu possa sentirti “staccata” ed “indipendente” da lei, sia praticamente ( e questo di solito è più facile) che emotivamente.

Il succo della questione è che va a finire che non mi godo niente della vita e resto sempre lì a pensare e rimuginare e mi faccio pervadere da questa gran paura di morire e di non aver concluso niente nella vita, o cmq dalla paura di non riuscire a dimostrare di amare abbastanza le persone che ho accanto, e tante volte anche di non essere all’altezza degli altri.

Amo dire ai miei pazienti che il compito di ognuno di noi è rendersi felici, cosa che implica l’occuparsi del proprio star bene…. Tutto ciò può essere faticoso!

Dici che da un po’ di tempo pensi alla possibilità di chiedere un aiuto ad uno psicologo… mi sento di rinforzare questa scelta che può essere un ottimo modo per occuparti di te.

In ogni caso, ti ringrazio della fiducia che ti ha portato a condividere con me una parte importante del tuo mondo interno.

Un augurio di una presa di coraggio

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Consulti
Soffro di disturbo bipolare?

Il 14-02-2010 11:10 il visitatore chiede: Buongiorno dottoressa. Forse avrà notato che vivo a pochi km da lei e se...

Chiudi