Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ansia e Depressione > Occupiamoci dei Disoccupati

Ansia e Depressione

Occupiamoci dei Disoccupati

Studi e Associazioni
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Sessualità
Cell.: 3496843699

La cronaca e l’attualità, ormai a ritmo quotidiano ci aggiornano rispetto all’aumento dei tassi di disoccupazione ed alle frequenti azioni di disperazione che molte persone finiscono con il mettere in atto.

I disoccupati hanno bisogno di essere sostenuti!

Nel video viene presentata un’iniziativa GRATUITA di sostegno psicologico diretta proprio a coloro che vivono la condizione di disoccupazione: guarda il video della campagna gratuita (puntata dell’11 Aprile 2012, dal minuto 41.50).

Ogni giorno si registra un drammatico caso di suicidio o tentato suicidio per ragioni economiche. Sono 2 milioni e 243mila le persone che si scontrano con la disoccupazione.

Proprio in questi giorni il colosso dell’elettronica Sony ha annunciato che si trova costretto a tagliare 10.000 posti di lavoro a livello globale, pari a circa il 6% della sua pianta organica.

Ad essere coinvolti non sono solo i piccoli lavoratori infatti, a non credere più in una ripresa e percepire l’impossibilità di un miglioramento frequentemente sono imprenditori (piccoli o medi) che, consapevoli di non poter provvedere a portare avanti la loro azienda, consapevoli di non poter pagare i loro debiti e dover licenziare i propri dipendenti cadono nel vortice della disperazione.

La crisi e la disoccupazione non hanno solo effetti economici sui consumi, i risparmi, i debiti delle famiglie e delle persone ma producono crisi d’identità e perdite d’autostima, che possono sfociare in disturbi del comportamento, aggressività e devianza sociale di tipo criminale.

Si parla già del fenomeno dei “suicidi della crisi” ed a pagare sono soprattutto gli uomini.

Perché perdere il lavoro crea un vortice così profondo di dolore?

Gli studi sulla disoccupazione evidenziano come il disagio sia in grado di generare nell’individuo una spirale di learned-helplessness(incapacità appresa a reagire), di tentativi falliti e conferme della propria inadeguatezza, di perdita delle proprie sicurezze, che generano un progressivo isolamento sociale e una sempre più evidente tensione nei rapporti intrapsichici, interpersonali familiari ed extra-familiari.

L’attività lavorativa, infatti, è fonte di sostegno materiale e psicologico dal momento che l’ambiente di lavoro offre occasione di accesso alle informazioni, sviluppo di relazioni sociali ed affettive, scambio ed espressione di emozioni e sentimenti.

La letteratura scientifica ha messo in evidenza come, il soggetto che perde il lavoro si trovi ad attraversare una serie di fasi:

  1. sperimenta paura, ansietà e rabbia per la sua condizione;
  2. vive uno stato di apatia nel corso del quale si assiste, però, a tentativi di ristrutturazione cognitiva del proprio ruolo a cui segue una fase di ricerca di risorse per poter recuperare la propria attività;
  3. se lo stato di disoccupazione persiste, il soggetto sperimenta una sempre maggiore ristrettezza delle proprie condizione di vita, e si ripresentano paure ed ansie, che possono sfociare in veri e propri stati di angoscia nei confronti del futuro. La disoccupazione assume allora tutte le caratteristiche di una vera e propria crisi. Il soggetto si auto-convince dell’inutilità di ogni suo sforzo e cerca di liberarsi della tensione emotiva che cresce.

 Questo cammino fasico rende evidente quanto sia importante sostenere psicologicamente coloro che si trovano a dover affrontare la disoccupazione.

Lunedì 16 aprile 2012, con il Patrocinio della Provincia di Roma, il CentroIndivenire, con il suo staff di psicologi e psicoterapeuti da avvio alla seconda edizione di Occupiamoci dei Disoccupati.

Occupiamoci dei Disoccupati è un progetto d’intervento GRATUITO finalizzato a contenere il disagio di coloro che si scontrano con la difficile condizione di perdita del lavoro e/o di disoccupazione, fornendo una rete di sostegno, informazione e supporto psicologico.

Quali servizi sono offerti?

  • Colloqui di counseling psicologico – finalizzati all’analisi e alla chiarificazione della situazione attuale che il disoccupato si trova a vivere per poter poi pianificare ed attuare strategie operative;
  • Colloqui di sostegnopsicologico e/o psicoterapeutico – finalizzati a fornire sostegno e contenimento emotivo al fine di elaborare il vissuto di perdita e mobilitare le risorse personali e/o di contesto del soggetto.
  • Laboratori di espressività emotiva – finalizzati ad esprimere ed elaborare in un contesto gruppale protetto emozioni, sentimenti e vissuti collegati alla condizione di disoccupazione.

I disoccupati che vorranno usufruire dei servizi gratuiti potranno farne richiesta contattando il CentroIndivenire numero mobile 349 6843699 attivo dal lunedì al sabato con orario continuato 9.00 – 20.00 o inviare una e-mail all’indirizzo info@centroindivenire.it e consultare il sito www.centroindivenire.it

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Ansia e Depressione
parlare da sola
Io? … Parlo da Sola …

Parlare serve a comunicare con gli altri, ma se manca l'interlocutore ha senso? Però se si vede uno studente ripetere...

Chiudi