Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ben-Essere > Non mi sveglio senza caffè: legenda o verità?

Ben-Essere

Non mi sveglio senza caffè: legenda o verità?

Elisa Oliva Lissone (MB)
Psicologo
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Genitori e Figli

«Non riesco a svegliarmi senza un buon caffè». Chi non ha sentito almeno una volta qualcuno dirlo? Uno studio inglese smentisce le capacità della bevanda di dare una marcia in più al mattino. Sarebbe niente più che autosuggestione e l’effetto dell’aspettativa della persona!

Anche nel campo musicale si riconosce come il caffè faccia parte del quotidiano … ascoltiamo!

Ebbene, per chi ritiene che la giornata non possa cominciare senza una tazzina che dia lo sprint e si aggira per casa con gli occhi socchiusi nell’ attesa di attingere un buon caffè fumante, arriva uno studio della University of East London che suonerà come una beffa:

quella marcia che si attribuisce al caffè in più in realtà è più frutto di autosuggestione che del reale potere stimolante della bevanda.

Nell’esperimento, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Appetite, il team di ricercatori britannici ha sottoposto a un semplicissimo test 88 volontari di età compresa tra i 18 e i 47 anni: ha fatto bere loro almeno due tazze di caffè e dopo circa un’ora ha misurato una serie di indicatori per valutare:

  1. l’agilità mentale,
  2. l’umore,
  3. i tempi di reazione a diversi stimoli.

Ciò che i ricercatori hanno però nascosto ai volontari è che la metà di loro in realtà stava bevendo caffè decaffeinato! Nonostante ciò, questo gruppo di volontari ha riportato gli stessi punteggi nei test per la misurazione delle abilità mentali e dell’umore.

Addirittura presentava tempi di reazione più veloci di quanti avevano assunto il caffè con caffeina.

La ricerca suggerisce che l’aspettativa di aver consumato caffeina conferisce un miglioramento dell’attenzione che è almeno comparabile, se non superiore all’effetto della caffeina».

Insomma, né più né meno che un effetto placebo.

Probabilmente, ipotizzano i ricercatori, l’effetto sprint del caffè viene in qualche modo anticipato dalla mente.

Questo perché il caffè è notoriamente una bevanda eccitante, ma il cervello lo sa talmente bene che ancora prima di gustarlo o anche quando si beve qualcosa che non contiene caffeina, mette in moto una reazione che ci fa sentire più energetici».

Il sonno è una componente essenziale per il benessere dell’individuo. Molte persone spesso si trovano a dover affrontare l’insonnia. Si parla di vera e propria igiene del sonno per indicare i passi da seguire per rendere il proprio sonno migliore!

Cosa ne pensate?

Per voi il caffè è un placebo o necessario per iniziare la giornata?

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Ben-Essere
La tecnica del Training Autogeno
Alleviare la tensione con il Training Autogeno

Il Training Autogeno è una tecnica che ci permette di alleviare la tensione accumulata, raggiungendo uno stato di abbandono interiore....

Chiudi