Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Consulti > Mi sento un relitto umano!

Consulti

Mi sento un relitto umano!

bernardetta-morgante-psicologo-l-aquila Bernardetta Morgante Magliano dei Marsi (AQ)
Psicologo
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Genitori e Figli
Cell.: 328-2763519

Buona sera. Mi chiamo Alba, ed ho 25 anni.

Ho visitato il vostro sito e vi scrivo perché sono stanca della mia situazione, e spero che voi mi possiate aiutare in qualche modo. Io praticamente non vivo più, non mi interessa più niente del mondo e di ciò che mi circonda; niente mi entusiasma e nessuno mi appassiona.

Non sono mai stata allegra e spensierata, ma ultimamente sembro un relitto umano, brutta dentro e fuori. Eppure non è successo niente di nuovo, che mi può aver ridotta in questo stato. Sono anche gli altri intorno a me a farmi notare che sono peggiorata, soprattutto mio padre (mia madre è morta quando ero piccola).

Vorrei trovarmi un lavoro o studiare e fare qualcosa di buono della mia vita, ma non so cosa…

Mi potete aiutare?

.

Salve Alba
Quello che stai attraversando è sicuramente un periodo difficile. Usi delle parole molto forti , descrivendoti come un “relitto umano”.

Dici di non trovare motivazioni particolari che possano giustificare i tuoi disagi, ma probabilmente sono proprio questi disagi che vogliono parlarti, dirti che c’è qualcosa che non va e ti chiedono di prendertene cura.
Presta attenzione ai cambiamenti che hai notato, o ti hanno fatto notare, e prova a vedere quali sono le differenze; magari lì puoi trovare qualche indizio…

E’ positivo comunque che tu voglia uscire da questa situazione. Il significato etimologico della parola “relitto” è “ciò che rimane”. E’ proprio da ciò che è rimasto, dalle tue risorse, che si può ricominciare.
Quali sono le cose che ami o che ti piacerebbe fare? Mettiti in attento ascolto dei tuoi desideri e forse saranno loro ad indicarti la strada.

Se ne sentissi la necessità, puoi rivolgerti ad un professionista, che ti aiuti in questo momento di difficoltà. Ti segnalo a questo proposito il nostro elenco psicologi e psicoterapeuti, dove poter contattare un professionista qualificato a te vicino.

Scrivici pure ancora se vuoi
Un saluto

Bernardetta Morgante
Psicologa
Ordine Psicologi Abruzzo n.1396

Commenti

Una risposta a “Mi sento un relitto umano!”
  1. Cara Alba,
    da quanto scrivi si percepisce uno stato di forte èmpasse, rispetto al quale diventa necessario uscire quanto prima. Bisognerebbe passare dal ” niente mi entusiasma e nessuno mi appasiona” ad un ” tutto mi importa tutto mi interessa” ovvero da un atteggiamento di rinuncia e chiusura ad uno di apertura. Per fare questo potresti partire da piccole cose, quindi per esempio dalle percezioni ( gustare lentamente qualcosa, osservare attentamente qualcuno o qualcosa, passeggiare ascoltando e regolando il respiro). Prendersi cura di sè passando in primis per il proprio corpo spesso porta già a dei miglioramenti ( vestirsi, lavarsi, cucinare per sè con attenzione e passione possono risvegliare i desideri). Da quì, se si riesce a trarre beneficio e energia in più si possono poi affrontare aspetti più complessi come le relazioni interpersonali e sviluppare progetti più impegnativi sino ad arrivare ad accorgersi che si è ricominciato a vivere come e meglio di prima. Per ulteriori chiarimenti resto a disposizione.

    Dott. Maurizio Parolin
    Iscr. Albo Lombardia n°6904

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Consulti
Mi sento insoddisfatta

Buongiorno dottoressa, le vorrei parlare di un malessere che provo oramai da diverso tempo e che mi impedisce di vivere...

Chiudi