Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Alimentazione > Peso corporeo > Mantenere il peso dopo la dieta

Peso corporeo

Mantenere il peso dopo la dieta

La dieta
Psicologo
Aree di Competenza: Alimentazione, Ben-essere

Mantenere il peso corporeo perso dopo una dieta non è semplice e spesso, abbandonato il regime alimentare prescritto, si tende a riprendere i chili di troppo, anche con gli interessi.
Si riprende peso e si perdono abitudini salutari quali una stile di vita attivo e un’alimentazione equilibrata e sana.
E tutto ciò indipendentemente dal metodo usato e dalla dieta seguita. Puntualmente nasce una dieta, un metodo miracoloso, e puntualmente, “mollata” la dieta si tende ad ingrassare nuovamente.

Emerge delusione e frustrazione in quanto non ci sente capaci di raggiungere quell’obiettivo.

Vediamo che succede e come possiamo evitarlo! Una persona che si pone come obiettivo il perdere peso, aderisce ad un regime alimentare restrittivo e, per mantenere il controllo sul cibo, si da delle regole. Quando riesce a rispettarle sta bene, ha fiducia in se e si sente efficace nel perseguire il suo obiettivo.

Fin quando non incontra situazioni a rischio dove potrebbe essere difficile controllare l’alimentazione.

Quali sono le situazioni ad alto rischio?

Sono situazioni in cui è possibile che si “sgarri”, si faccia uno strappo alla regola che ci consente di mantenere il controllo sul cibo. In queste situazioni rischiamo di mangiare in eccesso o addirittura di perdere il controllo sul cibo, o, non prenderci cura della nostra salute non facendo attività fisica:

  • Situazioni sociali: pranzi, cene, compleanni, matrimoni;
  • Stati emotivi positivi: felicità, gioia, entusiasmo;
  • Stati emotivi negativi: rabbia, tristezza, noia, ansia, frustrazione, solitudine.

Il livello di rischio può aumentare se la persona utilizza il cibo come gratificazione immediata per gestire le frustrazioni e lo stress.
In questi casi lo stile di vita è “sbilanciato”, esistono troppi doveri e pochi piaceri e il cibo viene usato in maniera automatica per placare l’insoddisfazione cronica che ne deriva.

Che succede in queste situazioni?

Se una persona affronta queste situazioni con comportamenti adeguati adatti a se stesso e alle circostanze, riesce ad evitare di mangiare in eccesso e si sente capace nel proseguire la dieta.
Se invece la persona non applica delle strategie che possono evitare un eccesso di cibo, può andare incontro ad una “scivolata”: sgarra, e mangia di più di quanto vorrebbe.
Da questa scivolata, spesso capita che ce ne siano delle altre e si inizi a convincersi che non si abbia nessun potere nel controllare il proprio peso corporeo e la propria salute.
Quindi si ritorna alle precedenti abitudini alimentari e di vita con conseguente recupero ponderale.
Non sono capace di stare a dieta”, “tanto ingrasso anche se sgarro solo qualche volta”,“tanto vale che riprendo a mangiare come e quanto mangiavo prima”: sono alcuni dei pensieri che possono emergere in automatico quando le persone iniziano a trovarsi di fronte a situazioni ad “alto rischio” e non sanno come comportarsi oppure hanno avuto precedenti esperienze negative, cioè hanno mangiato in eccesso o perso il controllo.

Lo psicologo, in particolare, colui che si occupa di alimentazione e peso corporeo, può essere un’importante risorsa per coloro che stanno seguendo una dieta e che sono passati alla fase di mantenimento.

Infatti, per modificare i nostri comportamenti ma soprattutto per cambiare il nostro rapporto con il cibo, è fondamentale conoscere i meccanismi psicologici che ci spingono a mangiare anche quando non dovremmo o vorremmo.
Lo psicologo accompagna la persona in un percorso fatto di apprendimenti e consapevolezze relative ai pensieri automatici, le emozioni e le false credenze che influenzano il rapporto con il cibo.

Consapevolezze fondamentali per proseguire nel meraviglioso lavoro di cambiamento dello stile di vita, superando le difficoltà di adesione alla dieta e trasformandole in nuove regole, più attente al “principio del piacere, dove il cibo non è più lo strumento principe.

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Peso corporeo
L'obesità infantile è in costante crescita. Come agire?
Obesità infantile: una silente epidemia

Nelle moderne società occidentali si vive in un ambiente che può essere definito “obesogenico” in quanto promuove un’alimentazione ricca di...

Chiudi