Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Consulti > Mancanza di fiducia in un rapporto di coppia

Consulti

Mancanza di fiducia in un rapporto di coppia

Psicologo
Aree di Competenza: Alimentazione, Ansia e Depressione, Ben-essere
Cell.: 3457880398
il visitatore chiede:
Salve dottoressa ho 22 anni e sono della prov di Milano sono fidanzata da 1 anno e 2 mesi con un ragazzo pakistano della mia stessa età.Solo che è dall’inizio del rapporto che abbiamo litigi ma ci sentivamo così innamorati che siamo sempre tornati insieme, ora dubito che questo amore sia vero…mene sono accorta con la lontanaza, lui da 1 mese e mezzo si è trasferito in un altro paese per lavoro…voleva che mi trasferivi con lui anche io solo che non ho voluto perchè non mi sentivo pronta appunto per questi litigi e perchè non voglio lasciare la mia famiglia e le mie cose qui.Bhe sta di fatto che il mio ragazzo è cambiato parecchio con quel trasferimento, prima se non ci vedavamo per 2 giorni lui mi assillava voleva vedermi a tutti i costi, mi riempiva di telefonate…ora invece delle volte si dimentica pure di chiamarmi e ci vediamo solo 1 volta a settimana perchè dice che è impegnato con il lavoro, e ok è impegnato con il lavoro ma quando parliamo al telefono non mi dice più “amore voglio vederti mi manchi” o cose simili…solo cavolate che mi offendono anche.All’inizio de mese per caso e anche scherzando perchè pensavo di non trovare niente ho sbirciato nel cellulare del mio ragazzo e ho letto un sms di una ragazza ma non ho fatto in tempo a leggere il resto degli sms perchè lui mi ha strappato il cellulare di mano giustificandosi che gli sms erano per il suo amico che non avendo più il cellulare scrive e chiama con il suo…ho chiesto di farmi leggere il resto del contenuto degl’altri sms ma si è rifiutato dicendo che farei troppo casino all’amico e che potrebbe licenziarlo dal lavoro e se nè andato arrabbiato con io che gli correvi dietro…ho fatto molta fatica a credergli ma non avendo prove e sicurezze sufficenti l’ho perdonato o forse ho fatto finta di perdonarlo.Mi sono subito messa alla ricerca e ho chiamato la vodafone e ho chiesto i tabulati telefonici (dato che il numero del mio ragazzo è a mio nome).Nel frattempo che aspettavo questi tabulati la nostra storia è andata aventi, la settimana dopo gli sms ci siamo rivisti, lui è andato in bagno e ha lasciato il cellulare sul tavolo, solo che io non ho pensato a guardarlo bene ho fatto in tempo solo a guardare le chiamate e gli sms (ma non ho trovato niente) quando il mio ragazzo è uscito dal bagno mi veniva da ridere, lui ha subito preso il cellulare in mano è andato dove ci sono le foto e ha subito messo il cellulare sotto al tavolo ridendo e io gli dicevo di farmi vedere ma non voleva…ho sentito che cancellava qualcosa ma negava diceva che scherzava che non ha cancellato niente che ha fatto così per farmi arrabbiare per la storia della settimana precedente…e che fare anche a quel punto credere o no?non gli ho creduto ed è andato via arrabbiato ancora una volta ma però stavolta non sono corsa dietro a lui sono andata via, e poco dopo mi ha raggiunta dicendomi e giurandomi su sua madre (che è la persona più importante per lui) che quei sms non erano suoi, che non aveva cancellato nessuna foto e che non aveva nessun’altra.A Natale ci siamo visti quando è arrivato casualmente aveva dimenticato il cellulare nella macchina dell’amico potrei anche credergli dato che siamo andati il giorno dopo a prenderlo insieme, però mi fà strano una sua domanda…mi ha chiesto se io sapevo il codice segreto della sua scheda perchè diceva che aveva paura di bloccarla (ma il suo cellulare era già acceso)…ma non ho fatto molto caso a questa domanda mi è venuto però il dubbio poco più tardi quando ho notato che il suo cellulare l’aveva spento lasciandolo poco lontano dalla sua vista per poi riaccendelo con una mia battuta, la sua giustificazione è stata che aveva paura che si scaricasse.Il giorno successivo il mattino mi ha chiesto se avevo sgirciato durante la notte nel suo cellulare…domanda un pò strana! Sta di fatto che oggi mi sono arrivati quei famosi tabulati telefonici…ho chiamato un numero che centrava con l’inizio di dicembre mi ha risposto una donna ho chiesto se conosceva il mio ragazzo e lei mi ha detto che lo conosce…che gli ha chiesto di andare a bere qualcosa insieme ma che lei si è rifiutata in quanto già fidanzata, ma che lui insisteva e che per farsi lasciare in pace l’ha mandato a quel paese…la giustificazione del mio ragazzo è stata che ha fatto tutto questo per l’amico che dato che non sà bene l’italiano doveva fare lui da passaparola in poche parole…ma io non gli posso credere non ci riesco e non sò cosa fare.Lei dopo tutte queste cose cosa crederebbe?sono tutte bugie quelle del mio ragazzo?la prego mi consigli perchè non sto bene davvero, e ho paura di fare qualcosa che mene posso pentire.Sabrina

Il 30-12-2009 00:30 Serafini Pamela risponde:Gentile Sabrina, da quello che mi racconti sembra che ormai già da qualche tempo hai iniziato a nutrire, a poco a poco, una mancanza di fiducia nei confronti del tuo ragazzo. Tu stessa dici che adesso dubiti che questo sia amore vero e che te ne sei accorta con la lontananza. Hai rifiutato di andare a vivere con lui perché non ti sentivi pronta, a causa di litigi che sono presenti dall’inizio del vostro rapporto. Da quando si è trasferito hai iniziato a vedere un cambiamento nell’atteggiamento nei tuoi confronti: non ti dice più frasi come “amore voglio vederti mi manchi” ma “solo cavolate che mi offendono anche”. In realtà né io, né tu possiamo sapere se tutte le “giustificazioni” che ti dà il tuo ragazzo siano vere o meno. Ti vorrei portare a considerare, però, il fatto che tu in questa situazione di continua sospettosità e difficoltà a credergli, ci stai male. Prova a chiederti qual è il bisogno che il tuo ragazzo soddisfa in questo momento della tua vita. Non posso consigliarti cosa fare ma posso suggerirti di tenere sempre presente il fatto che tu hai diritto a stare bene in una relazione e a viverla in modo sereno e appagante.Un saluto
 
Il 30-12-2009 00:30 il visitatore chiede:
Gentile dottoressa, ho ricevuto la sua risposta…e proprio stamattina dopo tre settimane sonoriuscita a farmi dire tutta la verità dal mio ragazzo, cioè che è stato lui a mandare sms e chiamarequella ragazza non il suo amico come mi aveva detto.Ma il suo scopo era solo per avere lavoro

da questa ragazza non per altro.E l’ho lasciato.Vivo male questa situazione sò che se lo perdono

non mi fiderei mai più di lui, ma anche non saprei vivere senza di lui, mi trovo quindi in una 

strana e angosciante  situazione.Crede che avrei bisogno di uno psicologo?

Il 30-12-2009 00:30 Serafini Pamela risponde:
 Cara Sabrina, mi rendo conto che stai vivendo una situazione difficile che tu definisci strana e angosciante. Hai preso la tua decisione sapendo che se lo perdonassi non ti fideresti più di lui. Prova a prenderti un po’ di tempo per capire se vuoi veramente tornare con lui, se stare insieme ti fa stare bene, se ti va di sceglierlo di nuovo per come lui è adesso e se è il caso, o meno, di parlargli delle tue difficoltà a fidarti nuovamente. Non posso dirti se hai bisogno o meno di uno psicologo, la scelta di un professionista per farsi aiutare ad affrontare il proprio disagio e per raggiungere una condizione di maggiore benessere è assolutamente soggettiva e si prende dopo aver ascoltato a fondo se stessi. Saluti

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Consulti
Corro il rischio di prendere l’AIDS?

buonasera dottoressa...volevo chiederle se rischio di prendere l aids in base a quello che le racconto.3 giorni fa,ho avuto un...

Chiudi