Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ben-Essere > Emozioni > L’estate… il tempo di fermarsi

Emozioni

L’estate… il tempo di fermarsi

estate_contatto
Psicologo
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere
Cell.: 340.0575571

È tempo di vacanze. Spesso arriviamo a questo periodo con un livello di tensione molto alto, ci sentiamo affaticati e stanchi dopo un anno di lavoro, gli impegni familiari sembrano pesarci più del normale e proviamo l’esigenza fisica e psicologica di staccare la spina.

Un buon modo di prendersi cura di queste sensazioni ed emozioni è sicuramente la possibilità di sfruttare qualche giorno di ferie per gustarsi l’allontanamento, fisico o mentale, dalla routine quotidiana. Questo ci permette di prendere le giuste distanze da quanto stiamo vivendo e ricaricarci di energia per affrontare la seconda parte dell’anno.

Questo è un periodo anche di bilanci, i primi sei mesi dell’anno sono trascorsi e chissà se gli obiettivi che ci eravamo posti sono stati raggiunti oppure stravolti. Anche rispetto a questa situazione si sperimentano molte emozioni delle quali dobbiamo imparare a prenderci cura. Se siamo riusciti ad avanzare nei nostri traguardi è importante fermarsi e riconoscersi i propri meriti; se abbiamo faticato è giusto vedere il nostro impegno; se abbiamo fallito può essere importante vedere non solo i motivi delle nostre difficoltà, ma anche ricalibrare gli obiettivi in modo più attento perché in questo tempo comunque sono accadute delle cose che hanno potuto interferire con ciò che ci eravamo prefissati.

Fare bilanci e ‘staccare la spina’ sono due compiti delle vacanze che spesso ci auto-imponiamo. In entrambi i casi partiamo dalla stessa situazione, cioè quella di fermarci a contatto con ciò che proviamo: il check emotivo è la base comune di questi due momenti. Imparare a stare a contatto con ciò che stiamo vivendo e con ciò che siamo in questo momento è un buon esercizio di cui fare pratica durante le ferie. ‘Stare’ significa non fuggire da ciò che ci spaventa, ma attraversarlo nella sua pienezza. Ansie, paure, tristezza e rabbia, ma anche gioia e affermazione richiedono di essere elaborate per comprendere i pensieri che le generano e attuare delle azioni consapevoli al mantenimento o al cambiamento di uno stato.

Proprio la parola estate, se ci pensate, ci suggerisce di sospendere le attività che ci proiettano all’esterno e di concentrare la nostra attenzione tanto sul nostro presente quanto sul nostro mondo interno. Proprio lo stacco con la routine quotidiana può rivelarsi utile per iniziare a guardarsi più nel profondo e ri-orientare la bussola del nostro benessere verso noi stessi.

Quale rischio corriamo staccando la spina? Quello di fuggire, cioè di concederci una pausa da ciò che ci genera malessere e ritrovarlo, spesso potenziato, al nostro ritorno. Trovare del tempo inesigente da dedicare a se stessi significa ricostruire il filo della nostra sofferenza, comprenderla e provare ad osservarla da un altro punto di vista. Spesso i pensieri automatici ci spingono a interpretare fatti, situazioni e persone sempre contro di noi, insomma, il boicottamento è dietro l’angolo. Se assumiamo una posizione neutra e osserviamo, invece, cosa succede, possiamo riacquistare il potere che ognuno di noi ha di orientare in modo positivo la nostra vita.

Solo dopo una vacanza ci diciamo se è stata bella, buona, oppure scadente, così dobbiamo imparare a fare con ciò che proviamo: prima viverlo, senza giudizio, e poi valutarne l’impatto che ha avuto su di noi. A volte in mezzo alla tempesta, è necessario non fare niente perché anche il minimo toccare le vele potrebbe avere effetti nefasti sull’imbarcazione, è necessario stare con le condizioni del mare e non opporsi. Così questa estate, provate a stare in contatto con tutto ciò che provate, accoglietelo come qualcosa che c’è, scegliete poi se è un optional che non volete o se è un servizio indispensabile per il vostro soggiorno. Nel primo caso, lasciate andare. Nel secondo, sperimentate e decidete consapevolmente se ben si adatta alle vostre esigenze. Una risposta negativa a questa domanda, deve condurvi altrove, ma lì la ricerca si riapre.

Dell’estate amo che non è fatta di sfumature, di grigi, di toni bassi. Come certe sensazioni, che il volume alto ce l’hanno per definizione. (Twitter)

 Buone vacanze!

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Emozioni, In Primo Piano
wishlist-2017
Bilanci e desideri per il Nuovo Anno

L’ultimo giorno dell’Anno è quel giorno in cui spesso ci si ferma a fare un bilancio dei giorni trascorsi. I...

Chiudi