Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ben-Essere > L’assertività: comunicare in modo efficace

Ben-Essere

L’assertività: comunicare in modo efficace

assertività
cristina Cristina Pecorari Velletri (RM)
Psicologo
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Genitori e Figli
Cell.: 3804653634

L’assertività è la capacità di esprimere in maniera chiara ed efficace le nostre opinioni e pensieri senza offendere il nostro interlocutore.

Tutti noi siamo costantemente inseriti all’interno di relazioni sociali dove è necessario mediare tra le nostre esigenze e quelle degli altri. Tuttavia, non sempre si riesce ad essere assertivi. A chi non è capitato in una discussione di andarsene via pensando: “Avrei potuto dire così…, avrei potuto fare così…”. Altre volte, invece, può essere successo di sentirsi a disagio con se stessi per aver risposto troppo duramente o aver infierito su una persona durante una discussione. Due comportamenti estremi: in un caso si è stati passivi, in un altro si è stati aggressivi. In ogni modo, in nessuno dei due casi si è riusciti ad avere una comunicazione efficace con l’altro, tanto da far valere le proprie opinioni.

Ci sono senz’altro persone che tendono ad essere passive, aggressive o assertive nella maggior parte delle situazioni, ossia a protendere verso uno stile relazionale o tendere ad adottarlo in particolari circostanze. Una stessa persona infatti può essere remissiva con il proprio partner e i propri figli e aggressiva con i propri genitori o con i colleghi. Tuttavia, sono comportamenti che possono essere manifestati da ognuno di noi. Si tratta di stili comunicativi che si riferiscono a comportamenti e non a strutture di personalità e che pertanto possono essere appresi e modificati.

Vediamo nel dettaglio i vari stili comunicativi.

Il comportamento passivo è tipico di quella persona che per timore di creare conflitti con gli altri rinuncia ad esprimere le proprie opinioni, finendo con l’accettare le richieste che gli vengono rivolte. E’ una persona che mette da parte le proprie esigenze, i propri diritti, che corre il rischio di impiegare tutto il suo tempo al servizio degli altri, rinunciando alla realizzazione dei suoi bisogni, e che spesso è intrappolata nelle richieste degli altri. La motivazione che sostiene un simile comportamento è quella di essere accettati e giudicati positivamente dagli altri. È una persona che a volte si sente frustrata, insoddisfatta, ansiosa, depressa, scontenta e che, nel rapporto con gli altri, non riesce a dimostrare quello che sa fare e quanto, rischiando di essere svalutata dagli altri e da se stessa.

Il comportamento aggressivo è tipico di una persona che tende a soddisfare ad ogni costo le proprie esigenze e i propri diritti e che tenderà ad affermarsi ed imporsi in modo prepotente e prevaricante, non considerando i bisogni, i pensieri e le emozione degli altri. Le motivazioni che sostengono un simile comportamento sono di solito quello di dominare gli altri, di evitare di apparire vulnerabili e di essere alla mercé di altri. È una persona che, pur riuscendo a soddisfare alcuni bisogni e ad ottenere dei successi, è spesso insoddisfatta e rischia di danneggiare inevitabilmente le relazioni della sua vita, con il partner, con i figli, con i genitori, i colleghi di lavoro, le amicizie.

Il comportamento assertivo è tipico di una persona che cerca di soddisfare i propri bisogni, diritti, le proprie esigenze, considerandoli importanti, ma senza intaccare i diritti e i bisogni degli altri. Ciò non vuol dire che la persona è sempre pacata e sorridente, ma è una persona che sa equilibrare a seconda delle circostanze aggressività e passività.

La persona assertiva non teme il rifiuto, l’abbandono, il conflitto, riuscendo a stabilire rapporti maggiormente equilibrati.

L’assertività ha un effetto importantissimo sulla nostra autostima e rappresenta una qualità essenziale nell’affermare se stessi in modo costruttivo.

Essere poco assertivi crea problemi di autostima, ansia, frustrazione, rabbia, demotivazione o depressione. Ci sono alcune situazioni che più di altre possono far vacillare la nostra assertività:

  • Rapportarci con le persone che per noi sono autorevoli (genitori, insegnanti, autorità, datori di lavoro, ecc.)
  • Il rapporto con il colleghi e il datore di lavoro
  • Effettuare delle scelte professionali o affettive
  • Saper fare e accettare i complimenti e le richieste
  • Affrontare le critiche che ci vengono rivolte
  • Farci rispettare in un gruppo di pari
  • Esprimere sentimenti con le persone a cui siamo legati affettivamente

I vantaggi dell’assertività:

  • favorisce un ruolo costruttivo nelle relazioni sociali;
  • permette maggiore chiarezza e serenità nella relazione con se stessi e con gli altri;
  • aumenta la propria soddisfazione personale;
  • aumenta il proprio senso di autoefficacia per aver raggiunto gli obiettivi desiderati;
  • aumenta la nostra tolleranza alla frustrazione dovuta alla sconfitta o all’interazione con persone che hanno punti di vista diversi dal proprio.

Come migliorare la propria assertività?

Sviluppare la propria assertività consente di comunicare adeguatamente le opinioni personali, di trovare strategie efficaci per la soluzione dei propri problemi e di acquisire maggiori competenze per risolvere conflitti nelle varie situazioni quotidiane. Affinché il proprio comportamento possa diventare più assertivo è necessario innanzitutto chiedersi cosa si desidera realmente nella propria vita, quali sono i propri bisogni e i propri desideri; ciò costituisce il prima passo per capire cosa comunicare all’altro.

È importante poi capire in che modo e quali sono le situazioni nelle quali abbiamo difficoltà ad essere assertivi. Facendo luce sulle nostre difficoltà possiamo cambiare gli aspetti del nostro comportamento che non ci consentono di esprimere al meglio le nostre potenzialità.

 

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Ben-Essere, In Primo Piano
Body Shaming-benessere4u
Cos’è il “Body Shaming”?

Che rapporto abbiamo con il nostro corpo nella privacy della nostra intimità ma soprattutto quando siamo esposti allo sguardo dell'altro?...

Chiudi