Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Genitori e Figli > Infanzia e Adolescenza > La Gioventù di oggi

Infanzia e Adolescenza

La Gioventù di oggi

Gioventù-di-oggi
roberta-mattozzi-psicologo-roma Roberta Mattozzi Colleferro ()
Psicologo
Aree di Competenza: Alimentazione, Ansia e Depressione, Genitori e Figli
Cell.: 3342724735

Spesso si sente parlare di gioventù difficile, impossibile da comprendere: è dura entrare in contatto autentico con i giovani di oggi, gli insegnanti e le famiglie spesso stentano a gestirli. Baudelaire lo chiamava Spleen o male di vivere, Nietzsche lo chiamava Nichilismo.
In tutti e due i casi ci si riferisce ad un vuoto esistenziale che da secoli è riconosciuto come un sentimento tipico dell’essenza umana che non conosce tempo! Oggi la possiamo ritrovare nella generazione dei nostri giovanissimi, dei nostri figli.

Ma perché, che cosa è cambiato da “i giovani di una volta”? Si può forse ricondurre tutto ad un crisi storica?

Sicuramente stiamo vivendo un periodo storico e sociale in cui il futuro appare incerto e la mancanza di certezza rispetto al futuro influisce su come si vive il presente. Sembra prendere forma questa filosofia:

meglio vivere in modo estremo e gratificante il presente, visto che il futuro è senza prospettiva!

La conseguenza è che tale mancanza di prospettiva priva i genitori e i professori della loro autorità e della fiducia necessaria per indicare la strada da percorrere. Nel momento in cui la famiglia non è vista più come autorità i giovani assumono come autorità:

  • polizia
  • quartiere
  • strada
  • scuola

…e la sfidano.

Possiamo dire che sia avvenuto il passaggio da futuro come promessa a futuro come minaccia.

Come intervenire? Come aiutarli? Chi può colmare questo stato emotivo di vuoto e mancanza di certezze?

Freud diceva che “La scuola deve creare nei giovani il piacere di vivere e offrire appoggio e sostegno….” Proprio la scuola e gli insegnanti possono lavorare per rendere nuovamente viva una visione della vita, del mondo e del futuro,  come una promessa.
I giovani di oggi vivono uno svuotamento emotivo, un’anima deserta.

Quali sono gli aspetti che sembrano mancare nella gioventù di oggi?

  1. Manca la comunicazione emotiva tra padri e figli, tra insegnanti ed alunni.
  2. Manca la sintonia tra cuore e pensiero, tra pensiero e comportamento.
  3. Manca la “resilienza”, cioè quella forza d’animo che ci dà la forza di reagire alle situazioni anche le più difficili, è la capacità di non abbattersi.

La forza d’animo è quel sentimento che ci fa scegliere la strada giusta che ci porta a casa e che non ci fa prendere una scelta che non è la nostra. Seguire una strada che non è la nostra ci  farebbe essere estranei della nostra stessa vita. La forza d’animo ci fa stare in sintonia con noi stessi.

Spesso per piacere agli altri ed essere amati mettiamo a rischio questa sintonia e seguiamo strade che non ci appartengono.

Cosa fare allora? Può sembrare banale ma occorre educare i ragazzi a seguire la propria strada ed essere sé stessi e restare in contatto con ogni parte di sé.

Per fare ciò bisogna saper accettare il bello e il brutto, quindi anche le nostre ombre, le nostre parti più oscure. Come ci insegna Heidegger bisogna accogliere l’ospite inquietante per far si che non sia un nostro nemico.

Nietzsche chiama il nichilismo “il più inquietante tra tutti gli ospiti”, perché ciò che esso vuole è lo spaesamento come tale. Per questo non serve a niente metterlo alla porta, perché ovunque, già da tempo e in modo invisibile esso si aggira per la casa. Ciò che occorre è accorgersi di quest’ospite e di guardarlo bene in faccia”.

M.Heidegger, La questione dell’essere (Sopra la linea)
(1955-56) p.337.

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Infanzia e Adolescenza
Come affrontate il mutismo selettivo?
Mutismo selettivo nel bambino

Cos'è il mutismo selettivo? Cosa possano fare genitori ed insegnanti per aiutare il bambino o l'adolescente che vivono questo disagio?...

Chiudi