Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ben-Essere > “Guarire” con la Meditazione

Ben-Essere

“Guarire” con la Meditazione

medita ok
foto piccola Monica Valli Roma (RM)
Psicologo
Aree di Competenza: Ben-essere, Dipendenze

Guarire con la meditazione

“Scopo della meditazione è aiutare il praticante a raggiungere una comprensione profonda della realtà, quella visione che è in grado di liberarci dalla paura, dall’ansia e dalla malinconia e può generare in noi comprensione e compassione, migliorare la qualità della nostra vita e dare libertà, pace e gioia a noi stessi e a chi ci sta intorno” (Thich Nhat Hanh).

Secondo un recente studio pubblicato sul Journal of Neuroscience la meditazione sarebbe in grado di diminuire il dolore mediamente del 40% con punte del 90%, mentre gli antidolorifici arrivano di solito a un 25%. In realtà gli innumerevoli effetti benefici della meditazione sono ormai noti da tempo. Tale pratica si è infatti dimostrata un valido aiuto nell’alleviare sintomi psicologici e fisici e utile nel prevenire o ritardare l’evolversi di svariate malattie.

Cosa vuol dire praticare la meditazione?

“Meditazione” significa generare l’energia della presenza mentale, mantenere la concentrazione. Pertanto la pratica della meditazione richiede che si mantenga la mente completamente sgombra dagli stimoli dell’ambiente circostante, in modo da raggiungere uno stato di attenzione o consapevolezza. Così la mente è libera di accettare qualsiasi sensazione, idea, immagine o visione, lasciando che le associazioni fluiscano su tutti gli aspetti dell’oggetto o del pensiero, per comprenderne la forma, il profilo, il colore, l’essenza. “…Senti l’addome che si espande quando inspiri, sentilo contrarsi quando espiri. Non c’è nulla da portare a termine, nulla da raggiungere. Nota i pensieri, le sensazioni, le percezioni; non ti attaccare e non respingerli: limitati ad osservarli, continuando a respirare…” (Claude Anshin Thomas). E’, dunque, l’arte di osservare senza pensare, senza criticare intellettualmente. E’ possibile meditare seduti, camminando, stando in piedi o sdraiati, dunque anche svolgendo le normali attività della vita quotidiana. Scopo ultimo è far sì che si impari a essere presenti qui e ora, qualsiasi cosa si stia facendo.

Cosa accade a livello fisiologico nel nostro organismo quando si medita?

Secondo l’oncologo Paolo Lissoni la pratica della meditazione sarebbe efficace, ad esempio, per la prevenzione e la cura dei tumori grazie ad un ormone del benessere ( la melatonina), che durante questa pratica aumenta. In effetti quando si medita, il corpo si rilassa, la mente si calma, il respiro rallenta e accade che:

  • a livello cerebrale diminuisce l’attività di pensieri ed emozioni e tutti i segnali in
    entrata, e compaiano onde elettriche più lente e profonde simili a quelle che regolano il sonno;
  • nel sangue aumentano gli ormoni del benessere come melatonina o serotonina, mentre diminuiscono quelli dello stress, cortisolo e adrenalina; diminuiscono i lipidi nell’arteria carotidea che porta il sangue al cervello;
  • si armonizzano battito cardiaco, movimenti dei vasi, flusso
    linfatico;
  • diminuisce la tensione muscolare.

Va però detto che nonostante i numerosi effetti positivi, la meditazione può comunque rappresentare per alcune persone una tecnica non  facile da praticare. La meditazione è comunque più un concetto orientale, difficile da afferrare per una mente occidentale non abituata a ciò, ed è una tecnica che sicuramente, soprattutto se si vogliono raggiungere certi risultati, richiede molta pratica.

Tuttavia in questi casi ci si può aiutare, come suggerisce il medico psichiatra David Servan Schreiber, con il metodo della coerenza cardiaca, scientificamente provato e convalidato dagli studi e dalla pratica clinica. Questa tecnica permetterebbe di controllare efficacemente lo stress realizzando un vero e proprio rilassamento.

Coerenza cardiaca e biofeedback

Come ben sappiamo attraverso il controllo dei battiti del cuore si influisce anche sulla mente, e la coerenza del ritmo cardiaco condiziona direttamente le prestazioni del cervello. In realtà esiste un vero e proprio sistema cuore-cervello in cui i due organi si influenzano reciprocamente in ogni momento.

Attraverso l’utilizzo di un programma di biofeedback (retroazione biologica), è possibile imparare a controllare la frequenza cardiaca osservando, attraverso apparecchiature elettroniche, i segnali prodotti dal proprio corpo. Un sensore attaccato al dito misura la variabilità della nostra frequenza cardiaca. Il cuore batte a un ritmo variabile e il suddetto sensore misura gli intervalli tra un battito e l’altro che si susseguono secondo un ritmo spesso caotico (bassa coerenza cardiaca).

Applicando un ciclo di respirazioni in grado di indurre facilmente uno stato di coerenza – favorito anche da pensieri, immagini e stati d’animo positivi – si può osservare, attraverso la visualizzazione istantanea, come il ritmo del battito cardiaco si regolarizzi, consentendo di aumentare questo stato di coerenza in cui il battito diventa fluido e armonioso.

Dunque è possibile vedere sul monitor di un computer il proprio cuore entrare in coerenza e imparare così a controllare la propria fisiologia. L’utilizzo dell’elettronica permette di accelerare l’apprendimento di questa tecnica. Possiamo perciò imparare a conoscere come il nostro cuore risponde allo stress fisico, emotivo e mentale e come poi può essere in grado di ritornare ad una condizione di funzionamento rilassato e più efficace.

Diversi studi sperimentali hanno dimostrato l’utilità clinica di questo metodo: controllo dell’ansia e della depressione, abbassamento della pressione arteriosa, aumento del tasso di DHEA (ormone della giovinezza), stimolazione del sistema immunitario.

Fonti

Thich Nhat Han (2009), “Meditazione e guarigione” in “L’energia della preghiera”, Mondadori.

Claude Anshin Thomas (2005), “Una volta ero un soldato”, Mondadori.

David Servan Schreiber (2005), “Guarire”, Sperling Paperback.

Brian Weiss (2007), “Molte vite, un’ anima sola”, Mondadori.

newsfood.com

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Ben-Essere
coscienza
Sogno o son desto?

Il sonno ristora! E a chi non è mai stato detto? Ma sarà proprio così perché sarebbe da chiederselo quando...

Chiudi