Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ben-Essere > Gruppo residenziale: tra meditazione e strumenti creativi

Ben-Essere

Gruppo residenziale: tra meditazione e strumenti creativi

gruppo residenziale
Psicologo Psicoterapeuta
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Genitori e Figli
Cell.: 3470571342

Qual è la strada per prendersi cura di se e imparare a centrare l’attenzione verso le proprie necessità? La letteratura psicologica descrive e rinforza come l’essere in contatto consapevole con i propri bisogni rappresenti una risorsa importantissima per il benessere. Le persone nel quotidiano spesso sperimentano fatica a cogliere tali aspetti di sè. Pur avendo a livello cognitivo intenzione e necessità di benessere spesso, processi intrapsichici allontano la persona da azioni di attenzione e cura verso se stessi.

Proprio in questa cornici si collocano le esperienze di gruppi residenziali.

Il gruppo residenziale è un’esperienza di contatto con sé stessi nella quale ci si concede il diritto di proteggere il proprio spazio interno e nello stesso tempo aprirsi all’incontro con l’altro. Come? I week-end residenziali hanno al centro il connubio tra leggerezza e profondità, una sapiente combinazione che integra ed unisce lo svago, il gioco ed il relax alla possibilità di attivare un dialogo interiore ed un processo di crescita personale e relazionale.

Il primo gruppo residenziale del Centro Indivenire è stato svolto nel 2009. Gli psicologi, la dott.ssa Sara Eba Di Vaio ed il dott. Edoardo Ercoli sono gli ideatori e conduttori dei residenziali del Centro Indivenire. In collaborazione, prestiamo attenzione e cura nei confronti di ogni singolo partecipante ed al contempo stimoliamo i partecipanti ad avere verso sé stessi azioni di cura e attenzione così da portarsi a casa un’apertura verso sè stessi. Proprio per questo rappresenta un dono da fare a sé stessi o un momento da condividere con chi amiamo.

Metodologicamente i partecipanti sono stimolati alla riflessione e alla sperimentazione di tecniche per aumentare la consapevolezza sul tema che si affronta.  Momenti meditativi di alternano a momenti di creatività, musica, gioco e molte altre attività che stimolano e sviluppano la parte meno logica e più istintiva del nostro essere facilitando il contatto con il nostro bambino interiore e le nostre potenzialità e risorse creative.

Il gruppo residenziale è un gruppo a numero chiuso. Pur non essendo un gruppo di terapia rappresenta una possibilità per ogni singolo partecipante di prendersi cura di sè ed avere per questo uno spazio tempo adeguati.

Ogni anno si affronta un tema specifico che rappresenta il focus da cui partire nella riflessione su di sé; negli anni si sono affrontati temi come il processo di cambiamento, l’essere sé stessi ed accettarsi in questo, l’amore, il bambino interiore passando per la ferita del non amore e quest’anno si lavorerà sul tema della gioia.

Attraverso questo nuovo gruppo esperienziale-residenziale, “Chi vuol essere LIETO sia: GIORE è una tua scelta”, interamente incentrato sulla dimensione della gioia, ciascun partecipante verrà in prima battuta chiamato a fare la sua scelta e sarà guidato in un percorso di ri-appropriazione del proprio sorriso e del proprio potere personale. Immersi ed accolti in un ambiente naturale suggestivo come quello della campagna toscana che farà da cornice ad un’esperienza di crescita personale, i partecipanti potranno concedersi un momento di vacanza e relax in un clima di condivisione e convivialità.

La scelta del luogo non è mai casuale. Il contatto con la natura, atmosfere di accoglienza e calore, tranquillità sono le linee guida di cui si tiene conto nella scelta del luogo. Mettere km di distanza dai luoghi del quotidiano favorisce la concentrazione su sé stessi. Il residenziale inizia il venerdì pomeriggio e si conclude la domenica pomeriggio. I momenti dei pasti sono dei momenti in cui poter stare insieme in un’atmosfera di convivialità e condivisione.

Chi può partecipare?

Non ci sono limiti di età. Nel tempo abbiamo visto risplendere nei gruppi residenziali sia giovani adulti di 17 anni che persone oltre i 60 anni.

Non è un gruppo di terapia né tantomeno è aperto solo a chi sta facendo percorsi di terapia. Ad ogni modo l’esperienza ci mostra come persone che hanno partecipato al gruppo residenziale e che si stavano già prendendo cura di sé attraverso un percorso personale hanno molto beneficiato dell’ esperienza del residenziale.

Prendersi un impegno verso se stessi è l’elemento basilare del proprio benessere.

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Ben-Essere
condivisioneamazzonievalchirie
La condivisione nell’affrontare una malattia

Non esistono regole di buon comportamento o un dizionario che riporti le frasi che meglio si addicono ad una persona...

Chiudi