Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > News > Giornata contro la Violenza sulle donne

News

Giornata contro la Violenza sulle donne

No-alla-Violenza-Contro-Donne
Psicologo Psicoterapeuta
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Sessualità
Cell.: 347 0341776

Chi è nell’ errore compensa con la violenza… ciò che gli manca in verità è la forza. (Goethe)

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha fissato per il 25 novembre la Giornata Mondiale contro al Violenza sulle Donne.

Perché proprio il 25 novembre?

Perché in questa data, nel 1960, tre sorelle venivano brutalmente uccise per ordine del dittatore Rafael Trujillo che le accusava di aver preso parte ad un piano segreto per rovesciare il governo dominicano.

Molte le iniziative che partono a sottolineare e a porre in evidenza dati allarmanti. Solo in Italia si contano sette milioni di vittime che equivale a dire che 1 donna su 3  (tra i 16 e i 70 anni) è stata colpita nella sua vita dell’aggressività di un uomo.

Nel 1993 la Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite di Vienna ha definito  violenza contro le donne “qualsiasi atto di violenza di genere che comporta, o è probabile che comporti, una sofferenza fisica, sessuale o psicologica o una qualsiasi forma di sofferenza alla donna, comprese le minacce di tali violenze, forme di coercizione o forme arbitrarie di privazione della libertà, sia che si verifichino nel contesto della vita privata che di quella pubblica”.

La violenza si declina quindi in violenza domestica, sessuale, molestia sessuale, atti di persecuzione, prostituzione forzata, tratta, matrimonio forzato, violenza perpetrata in conflitti bellici, sterilizzazione forzata, mutilazioni genitali.

I maggiori responsabili delle aggressioni sono i partner, artefici della quota più elevata di tutte le forme di violenza fisica.

La violenza domestica è la forma meno visibile ma la più diffusa tra le forme di violenza a danno delle donne e può assumere diverse forme:

  1. Violenza fisica
  2. Violenza sessuale
  3. Violenza psicologica

Nella quasi totalità dei casi le violenze non vengono denunciate: il 96% delle donne non parla con nessuno delle violenze subite. Solo quando la violenza arriva ai figli il muro d’omertà si rompe e la donna esce allo scoperto

La violenza domestica agisce secondo un “andamento a spirale”, che prevede l’instaurazione di alcuni meccanismi che partono dall’intimidazione e dall’isolamento, fino alla segregazione, alla violenza fisica e sessuale. Tutto ciò “intervallato” da false riappacificazioni e da forti ricatti sui figli (ove presenti).

L’obiettivo di chi mette in atto questa spirale è quello di mantenere la donna in una condizione di subalternità per conservare il potere e l’esercizio del controllo sulle stesse.

In occasione di questa giornata vi sarà la mostra  organizzata dall’associazione Forma Liquida, insieme alla Casa internazionale delle donne, a Solidea e con il sostegno dell’Unric, il Centro regionale di informazione delle Nazioni Unite in cui verranno esposti i 30 manifesti finalisti del concorso che si è rivolto ai creativi europei con il compito di lanciare un messaggio forte contro gli abusi sulle donne. Il manifesto vincitore, che compare sulla locandina della mostra, rappresenta un volto femminile bello, statuario, apparentemente privo di segni di violenza. Accanto, la scritta «Violence is not always visible», perchè «non sempre la violenza si vede». La mostra è al Reclusorio del convento del Buon Pastore, uno dei reclusori femminili più popolati dello Stato della Chiesa, destinato a coloro che avevano commesso reati contro la morale e la fede: donne e bambine malate, povere, abbandonate, disagiate che hanno passato anni in quelle strette celle.

Per tutte le donne vittime è stato istituito dal Ministero alle Pari Opportunità un numero verde 1522, un servizio di accoglienza telefonica e sostegno per le donne vittime di violenza.

 

Ma per riuscire a denunciare, la donna deve riscoprire il proprio valore di donna, la dignità del sentimento femminile e soprattutto non deve sentirsi sola.

Insieme si può…

 

 

Fonti:

www.ansa.it

www.casainternazionaledelledonne.org

www.corriere.it

www.repubblica.it

www.vitadidonna.it

 

 

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... News
favola famiglia
Una favola..adatta a tutte le famiglie!

“E’ sempre facile parlare a un bambino dell’amore, è ciò che conosce meglio: per loro non fa alcuna differenza se...

Chiudi