Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ansia e Depressione > Paure e Fobie > Dolcetto o scherzetto?Una festa per esorcizzare le paure

Paure e Fobie

Dolcetto o scherzetto?Una festa per esorcizzare le paure

Psicologo
Aree di Competenza: Ben-essere, Dipendenze, Sessualità
Cell.: 392/9292955

Halloween (o Hallowe’en) è una festività che si celebra principalmente negli Stati Uniti la notte del 31 ottobre e rimanda a tradizioni antiche della cultura celtica e anglosassone.

La festa di Halloween ha un forte richiamo con il ciclo della natura. Sancisce infatti in un centro senso la fine dell’autunno e l’arrivo dell’inverno. Per i Celti, infatti, l’anno nuovo non cominciava il 1° gennaio, bensì il 1° novembre, quando terminava ufficialmente la stagione calda. Nella tradizione celtica si celebrava l’ultimo raccolto dell’anno e l’immagazzinamento delle provviste per la stagione fredda. Dal punto di vista spirituale, la festa era un momento di contemplazione. A questo si ricollega successivamente, anche la tradizione cristiana della commemorazione dei defunti.

La Festa di Halloween rappresenta un modo attraverso il quale  le persone affrontano le paure.

Halloween oggi è una festa diffusa non solo in America, ma anche in altri Paesi del mondo e le sue caratteristiche sono molto varie: si passa dalle sfilate in costume, ai giochi dei bambini, che girano di casa in casa chiedendo “dolcetto o scherzetto”. Elemento tipico della festa è la simbologia legata al mondo dell’occulto, tradotta sotto forma di immagini che suggestionano, tra cui le zucche intagliate.

Anche quest’anno la festa è alle porte e fanno capolino dalle vetrine dei negozi zucche, fantasmi, cappelli da strega di carta, stoffa, gesso o, in versione golosa, di zucchero e cioccolato, che ci ricordano l’appuntamento con Halloween.

Pochi decenni fa, Halloween non si festeggiava in Italia. La conoscevamo dai fumetti di Charlie Brown e dai telefilm americani. Poi, la moda si è diffusa anche qui e, ora, i bimbi ne vanno pazzi … e non solo i più piccini. Ci si veste da vampiri, mummie e streghette, in un tripudio di pipistrelli di gomma, ragnatele spray e caramelle di tutti i colori.

Temi e personaggi che durante l’anno spesso fanno paura, che popolano i brutti sogni, di colpo diventano amichevoli e divertenti. Può essere un’occasione per giocare in libertà ed esorcizzare ciò che ci incute paura: personaggi spaventosi diventano amichevoli.

Un’opportunità per divertirsi insieme e giocare a mascherarsi, una sorta di secondo Carnevale, in cui i bambini ne approfittano per sdrammatizzare le loro paure, giocando con quello che più temono, proprio perché sanno che è tutta finzione, che sono al sicuro.

Cosa fare quando i bambini non si vogliono mascherare?

Bisogna evitare di forzare i piccoli che non vogliono mascherarsi o che mostrano di non gradire l’ambientazione e gli scherzi tipici di Halloween. E’ importante presentare la festa con leggerezza non prendendo in giro i più piccoli per le loro paure, anche se ai nostri occhi appaiono futili.

Dobbiamo tenere presente che i bambini, fino ai tre anni, non comprendono bene la differenza tra realtà e travestimento e potrebbero trovare minaccioso l’aspetto di tante maschere.

Halloween, come il Carnevale, è anche un momento per sperimentare in libertà ruoli diversi da quelli abituali. Tendenzialmente i maschietti potrebbero gradire la festa più delle femminucce: si mostrano più esuberanti e intraprendenti a giocare con oggetti apparentemente paurosi ed repellenti. Entro certi limiti, questa tipizzazione di genere dei giochi è utile, perché aiuta a sviluppare identità e personalità, ma non bisogna esagerare imponendo ai piccoli comportamenti stereotipati.

In attesa della festeggiamenti, condivido un noto video tratto da una commedia del registra Tim Burton. Buona visione!

 

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Paure e Fobie
La paura di parlare in pubblico
La paura di parlare in pubblico

Che succede emotivamente quando ci si trova a dover parlare in pubblico? Partendo da un semplice sensazione di imbarazzo si...

Chiudi