Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Consulti > Disordini alimentari

Consulti

Disordini alimentari

Psicologo
Aree di Competenza: Alimentazione, Ansia e Depressione, Ben-essere
Cell.: 3457880398

il visitatore chiede:
Salve dottoressa! sono una studentessa di 19 anni e cercando qua e la qualche risposta riguardo ai disordini alimentari,che mi potrebbe riguardare, ho trovato questo sito cosi ho pensato di scriverle. Il cibo è pe me uno dei problemi piu grandi, mangio veramente quantità industriali di cibo, da sempre. Damolto tempo amiche mi dicono di prendere qualcosa o di andare a farmi vedere ma non mi sono mai decisa perchè penso sempre di riuscire a uscirne da sola, ma non è mai stato cosi. Il punto è che mangio talmente tanto che la sera non riesco nemmeno a coricarmi talmente ho la pancia piena e ogni volta mi torna tutto su, e cosi pure la mattina e cosi via. Inoltre mangio assolutamente qualsiasi cosa, un barattolo di nutella al giorno,la pasta me ne faccioa volte piu di 2 piatti alla volta, sono capace di mangiare nello stesso pasto pizza,kebab,gelato,pasta, tutto senza fermarmi. A volte neanche riesco a stare seduta talmente ho la pancia gonfia, e quando vado a fare la spesa non vedo l’ora di arrivare a casa per mangiare ciò che ho comprato,alla cassa sono gia in ansia che voglio che si sbrighino perchè cosi arrivo a casa presto, per le scale corro, a volte non aspetto neanche di arrivare a casa ma apro le borse e mangio già per strada. Molte volte mi sono ritrovata a fare il giro dei bar e in ogni bar prendere cornetti,fino ad arrivare anche a 6 cornetti,o a fare tardi a scuola appunto perchè non riuscivo a non entrare nei bar a comprarli! vorrei uscrine ma quanto è difficile! poi sono pure preoccupata perchè ho problemi, di ormoni e tiroide quindi tendo a ingrassare. Sono insoddisfatta! Non so se lei può darmi una mano e scrivere qui ha avuto un senso, però è un inizio..è la prima volta che ne parlo con qualcuno di estraneo,che non sia la mia amica..

Il 15-09-2009 00:15 Serafini Pamela risponde:
Gentile Tania, grazie che hai scelto di condividere un aspetto della tua vita. Mi parli di un rapporto difficile con il cibo che definisci come “uno dei problemi più grandi”. Dici anche che ti senti insoddisfatta. Hai mai provato a pensare se c’è un aspetto della tua vita che ti rende insoddisfatta?Hai ragione quando dici che è difficile uscirne ma è molto positivo che tu voglia farlo. Scrivi anche: “penso sempre di riuscire a uscirne da sola, ma non è mai stato cosi”. Sicuramente hai delle risorse per poter intraprendere un percorso verso il superamento del tuo disagio ma può anche essere molto utile, nei momenti difficili, chiedere aiuto. È un grande passo il fatto di aver scelto di aprirti con uno psicologo oltreché con un’amica. Come dici tu “scrivere qui ha avuto un senso, però è un inizio”. Hai iniziato, infatti, con questa richiesta a prenderti cura di te stessa. Continua su questa strada a cercare le tue risposte. Un saluto

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Consulti
Mio figlio fuma…

Il 12-09-2009 21:08 il visitatore chiede: Da qualche giorno ho scoperto che mio figlio, di 14 anni, ha iniziato a...

Chiudi