Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Genitori e Figli > Scuola > Disgrafia: cosa si può fare?

Scuola

Disgrafia: cosa si può fare?

Cosa fare in caso di disgrafia?
La psicologa Alisa Polacci psicologa riceve i suoi clienti a Lucca. Alisa Polacci MASSA (MS)
Psicologo
Aree di Competenza: Alimentazione, Ben-essere, Genitori e Figli
Cell.: 3355475346

La disgrafia è un disturbo specifico del gesto grafico.

Come riconoscere la disgrafia? Nei casi di disgrafia la scrittura risulta:

  1. illeggibile
  2. disorganizzata nello spazio e nelle dimensioni
  3. scoordinata
  4. incomprensibile anche allo “scrittore” stesso (nei casi più gravi)

La disgrafia pertanto  causa imbarazzo, vergogna e senso di inefficacia soprattutto nei bambini che vengono derisi dai compagni e talvolta, ahimè, dagli insegnanti o addirittura dai genitori che non conoscendo il disturbo, pensano che lo studente (o il figlio) sia solo svogliato e distratto.

La scrittura appare come un’abilità semplice agli occhi dei “normo-scrittori” in quanto hanno automatizzato il gesto grafico in tempi relativamente brevi. In realtà la scrittura è una complessa abilità determinata da una multitudine di sotto-capacità e da fattori diversi: ambientali, genetici e neurologici.

Il linguaggio scritto  (la scrittura) necessita di essere appreso attraverso l’esercizio. Nella scrittura intervengono diverse aree cerebrali ed è determinata da una sequenza di funzioni percettive, analitiche, motorie, logiche.

Per scrivere una parola occorre prima eseguire una sua segmentazione fonologica nella mente per poterla tradurre in una rappresentazione grafica, dopodichè vengono stimolate le aree cerebrali che danno l’impulso alla corteccia motoria di mobilitare il braccio, l’avambraccio e il polso con movimenti grossolani per giungere a controllare i movimenti fini della mano e delle dita per mobilitare uno strumento (penna) al fine di scrivere sul foglio. In tutto questo sono inoltre implicate la capacità di coordinazione oculo-motoria, che permette di posizionare correttamente nello spazio del foglio i segni grafici, e le capacità di orientamento spaziale (da destra verso sinistra e dall’alto verso il basso) nonchè capacità prassiche fini. Sono inoltre implicate abilità cognitive trasversali come la percezione, la memoria, l’attenzione, il controllo della postura nonchè dell’arto.

Nel casi in cui viene diagnosticata la disgrafia, qual è il trattamento riabilitativo?

È possibile rieducare la scrittura? La risposta è si!

Ciò che non è possibile è prevedere i precisi risultati di un trattamento né i tempi. Ciò dipende sicuramente dalla gravità del disturbo ed è importante per fissare degli obiettivi realistici e non creare false aspettative. Si può fare molto con interventi precoci e raggiungere almeno un livello di scrittura abbastanza comprensibile. Il trattamento riabilitativo è lungo e molto impegnativo e coinvolge, oltre all’esercizio del gesto grafico, attività multiple e parallele:

  • percezione visiva
  • coordinazione motoria
  • motricità fine (legarsi le scarpe, mettere bottoni, impugnare oggetti…) e grossolana (saltare, compiere movimenti su imitazione…)
  • manipolazione di oggetti
  • attenzione
  • memoria
  • lettura
  • esercizi di pregrafismi
  • esercizi di coordinazione oculo-motoria
  • esercizi orientamento spaziale
  • lavoro sulle emozioni e sull’ansia.

Ho citato il lavoro sulle emozioni e sull’ansia in quanto implicate nel disturbo direttamente e, anche se non ne rappresentano di solito una causa, ne sono sicuramente una conseguenza.

In conclusione è importante ricordare che lavorare sull’insicurezza, l’autostima, la reazione  al fallimento e l’espressione delle emozioni talvolta risulta più utile e profiquo che una sessione di esercizi rieducativi-abilitativi.

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Scuola
scuola-finita
La scuola è finita: promossi o bocciati?

La scuola sta finendo e per molti studenti è giunta la resa dei conti. Per tutti gli studenti promossi è...

Chiudi