Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Alimentazione > Peso corporeo > Cos’è l’immagine corporea?

Peso corporeo

Cos’è l’immagine corporea?

Cos'è l'immagine corporea? Ne parliamo su B4u
Psicologo
Aree di Competenza: Ben-essere, Dipendenze, Sessualità
Cell.: 392/9292955

Possiamo definire l’immagine corporea come la rappresentazione mentale che costruiamo di noi stessi. L’immagine corporea è influenzata dai nostri sentimenti, emozioni, pensieri e comportamenti. La percezione del corpo, le emozioni e le nostre convinzioni orientano i nostri progetti, la natura delle nostre interazioni ed il nostro benessere quotidiano.

A chi di noi non è mai capitato di percepire il proprio corpo in un determinato modo (ad esempio in sovrappeso) e durante il confronto con gli altri di scoprire che la propria percezione è diversa da quella che hanno gli altri

L’immagine corporea, in quanto frutto di una nostra rappresentazione, è una costruzione. In particolare esistono tre fattori che concorrono alla costruzione dell’immagine corporea:

  1. Fattore percettivo (come percepiamo il nostro corpo, attraverso i nostri cinque sensi)
  2. Fattore emotivo-psicologico (come ed in che modo noi accettiamo il nostro corpo)
  3. Fattore sociale (come l’ambiente in cui abbiamo vissuto/viviamo ci ha condizionato e ci condiziona)

Cosa influenza la nostra immagine corporea?

Noi siamo influenzati dagli stereotipi culturali riguardanti l’apparenza fisica e dai modelli che li rappresentano. Negli ultimi 30 anni in particolare le donne, ma anche gli uomini, hanno sviluppato una preoccupazione rispetto al proprio corpo.
La magrezza è diventata il simbolo universale della felicità personale e mentre continuiamo a preferire dei modelli di bellezza magri, il contrasto tra biologia e cultura ha penalizzato in particolare le donne.

Nel dettaglio donne e uomini vivono l’attuale rappresentazione corporea:

  • le donne, come mai in passato, sono insoddisfatte del loro corpo e lo combattono spietatamente attraverso la dieta e l’esercizio fisico
  • gli uomini si mostrano tendenzialmente insoddisfatti del loro tono muscolare, dell’addome, dei pettorali, del loro aspetto fisico in generale e del peso.

Quanto più è distante l’immagine reale dalla cosiddetta immagine ideale di sé, tanto più il rapporto con il proprio corpo potrebbe essere problematico.

La paura del confronto e del giudizio porta alcune persone a chiudersi sempre di più in un mondo fatto di diete restrittive e controlli eccessivi allo specchio. Mai come oggi spesso si sente parlare di disturbi del comportamento alimentare – DCA – (esempio anoressia e bulimia nervosa) le cui cause e il cui trattamento riguardano un’analisi multifattoriale. Alcuni fattori di rischio associati ai disturbi del comportamento alimentare sono rintracciabili in elementi di tipo psicologico individuale. La scarsa autostima, un eccessivo bisogno di esercitare il controllo, la difficoltà a gestire le proprie emozioni, sono alcuni elementi che in qualche modo creano un terreno fertile per la comparsa dei disturbi dell’alimentazione.
In particolare tra questi fattori, l’autostima è determinante anche per favorire un’immagine positiva di sé. L’autostima corrisponde all’opinione che la persona ha di sé e che si costruisce sulla base delle proprie esperienze, che includono anche il come si è considerati dagli altri.

Come mantenere un’immagine corporea positiva?

E’ importante stare in contatto con il proprio corpo, essendo curiosi di conoscerlo ed ascoltarlo, con la consapevolezza che il corpo è parte integrante di noi e del nostro modo di stare al mondo.
Vediamo insieme come sia possibile mantenere un’immagine corporea positiva. E’ necessario:

  • mantenere e coltivare una relazione con il proprio corpo (imparando a vivere piacevolmente le attività corporee della giornata, ad esempio: mangiare, passeggiare, curare la propria igiene personale, praticare attività fisica);
  • saper trattare bene il proprio corpo (riattivare il piacere ed il divertimento a livello corporeo);
  • saper fare un bilancio realistico dei propri punti di forza e di debolezza, al fine di potersi dare stimoli ed obiettivi concreti e raggiungibili;
  • scoprire le proprie convinzioni e false credenze per evitare che condizionino negativamente la percezione corporea;
  • avere un senso critico nei confronti dei messaggi agiti dai mass media.

Vi salutiamo con breve filmato che evidenzia come sia facile distorcere la percezione estetica … siamo complessivamente più belli di come ci percepiamo!

Prendetevi cinque minuti e guardate il filmato: buona visione

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Peso corporeo
Il cane aiuta a camminare?
Il cane ci motiva a camminare?

Molto spesso pur conoscendo i vantaggi del camminare,  le agende sono piene di buoni propositi, ma alla fine, per un...

Chiudi