Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Sessualità > Erotismo > Facciamo Sexting?

Erotismo

Facciamo Sexting?

cosa è il sexting
Psicologo Psicoterapeuta
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Sessualità
Cell.: 347 0341776

La parola sexting deriva dall’unione della parola “sex” (sesso) e “texting” (pubblicare testo) ed  è un neologismo utilizzato per indicare l’invio di immagini sessualmente esplicite o di testi inerenti al sesso attraverso i mezzi informatici. Si tratta, in buona sostanza, dell’invio di immagini erotiche o pornografiche (in formato fotografico o video) attraverso il cellulare e/o pubblicazione tramite via telematica, come chat, social network e internet.

Ci troviamo di fronte ad una tendenza che sta sempre più prendendo piede, in particolare fra i giovanissimi.

Un sondaggio statunitense (paese in cui il fenomeno ha avuto origine) racconta del sexting come una vera e propria moda, riportando dati che evidenziano una diffusione del 20% tra ragazzi tra i 16 e i 19 anni.

Nell’era del tutto esibito, dell’apparire prima dell’essere, dei reality show, del “bunga bunga”, della sessualità ostentata, appare “funzionale” alla propria immagine riprendersi o fotografarsi in atteggiamenti intimi e per poi diffonderli via web. E spesso la diffusione va oltre il “confine della propria cerchia di amicizie” e, a questo punto, si possono incontrare problemi anche particolarmente seri.

Save the Children, insieme alla Commissione Europea promuove ogni anno una campagna denominata “Posta con la testa”, al fine di sensibilizzare i più giovani ad essere consapevoli dei rischi legati alla pubblicazione di immagini che dovrebbero rimanere private.

httpv://www.youtube.com/watch?v=9GNngWL88IY

Il sexting espone al rischio di molestie sessuali in particolare a danno dei minori: in Spagna, uno studio realizzato da INTECO ha rivelato che l’8,1% dei minorenni ha ricevuto foto o video di persone nude o in atteggiamenti provocatori o messaggi con testo inappropriato e, soprattutto, non desiderato. Questa nuova modalità di seduzione ai danni di minori è oggetto di penalizzazione in tutto il mondo.

Ben diversa dal sexting è, invece, la foto boudoir, da sempre di gran successo e che può, certamente, essere rilanciata.

Il termine Boudoir deriva dalla parola francese bouder che significa “fare il broncio”; nel tempo è stato utilizzato per riferirsi agli spazi privati utilizzati dalle donne (stanze, spogliatoi) e in tal senso associato alla fotografia, anche nota come “fotografia da camera da letto”. Si tratta, infatti, di un genere di fotografia privata (condivisa solo tra i partner) che coinvolge soggetti femminili in pose sessualmente allusive o sensuali.

Spesso realizzata con una Polaroid come un dono per il partner, gioca sull’idea di “stuzzicare”, stimolare la curiosità e la fantasia, suggerendo più di quanto viene effettivamente mostrato.

Se si considera che la sessualità di coppia ha bisogno di essere alimentata e nutrita anche nella sua dimensione ludica è possibile guardare allo scambio di immagini come ad un “gioco di seduzione”. I partner potranno sperimentare un profondo senso di complicità nel condividere ciò che è e deve rimanere qualcosa di intimo e personale da utilizzare a beneficio esclusivo della proprio piacere.

In tal senso… mettetevi in posa!!

 

Commenti

2 Resposte a “Facciamo Sexting?”
  1. Raffaella scrive:

    Mi permetto di segnalare:

    Debutta in questi giorni ‘Psicologo360′ (http://www.psicologo360.it/) una piattaforma online popolata da esperti contattabili in un click, “in grado di assicurare servizi che vanno dalla consulenza clinica sul benessere mentale, alle problematiche sul lavoro, fino allo sviluppo professionale”.

    Silvio Giovine, ideatore dell’iniziativa: “Attraverso Psicologo360 si svolgono delle consulenze e non psicoterapia a distanza. Il servizio si basa su una piattaforma di comunicazione e condivisione sviluppata appositamente per questo specifico utilizzo, che assicura a operatori e utenti tutte le garanzie del caso. Tanto che ogni ‘conversazione’ tra utente e professionista puo’ avvenire anche preservando l’anonimato. La piattaforma consente, infatti, di comunicare a piu’ livelli: con messaggi scritti, in videoconferenza, in chat o con uno scambio di file”. Il tutto senza dover scaricare e installare sul proprio computer programmi aggiuntivi, e con la massima attenzione a privacy e sicurezza dei dati. Dal momento che si tratta di consulenze mirate, “questo significa che un singolo utente – prosegue Giovine – normalmente in pochissimi contatti puo’ arrivare a comprendere la propria situazione”.

    “Nella maggior parte dei casi – assicura – gia’ questo consente una soluzione al disagio, mentre laddove si rivelasse necessaria una vera e propria terapia, il professionista indirizzera’ il soggetto verso un proseguimento piu’ approfondito e una vera e propria psicoterapia in studio. Abbiamo lavorato per offrire un servizio altamente professionale per aiutare psicologi e psicoterapeuti ad erogare nel miglior modo possibile e in maniera semplice le proprie prestazioni”.

    Alle aziende, inoltre, ‘Psicologo360′ offre la possibilita’ “di attivare una consulenza di lungo periodo che puo’ prevedere il sostegno in vari ambiti: dalla selezione del personale alla motivazione dei team di lavoro, dalla risoluzione di problematiche relazionali al coaching. La piattaforma – conclude Giovine – e’ gia’ funzionante e operativa, e finora sono stati coinvolti circa venti professionisti”.

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] fenomeno,  definito “sexting”,  soprattutto da parte del sesso femminile che, spesso per accontentare i coetanei e sentirsi […]



Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Erotismo
quanto deve misurare il pene
Quanto DEVE misurare il pene?

Da sempre l'uomo mostra un bisogno estremo di misurare il proprio organo genitale che rappresenta uno dei maggiori complessi maschili,...

Chiudi