Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > Ben-Essere > Emozioni > Bilanci e desideri per il Nuovo Anno

Emozioni

Bilanci e desideri per il Nuovo Anno

wishlist-2017
Psicologo
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere
Cell.: 340.0575571

C’era una volta, in un mondo fantastico, ma non troppo distante dal nostro, un grande saggio che il 31 dicembre, di un anno imprecisato, aveva terminato la scrittura del suo libro. 365 o 366 pagine, erano tante per contarle una a una, nuove di zecca e ricche di gioia, ma anche di dolore, vittorie, sconfitte e ritirate…

L’ultimo giorno dell’Anno è quel giorno in cui spesso ci si ferma a fare un bilancio dei 365, o come quest’anno, 366 giorni precedenti. Ci si chiede cosa abbia funzionato e cosa, invece, bisognerebbe cambiare per trovare soddisfazione e felicità. Un giorno comunque carico di aspettative, una vera e propria ripartenza come se tutto potesse in qualche modo fermarsi per poi ricominciare in modo diverso il giorno dopo. Il 31 dicembre è un magico giorno di passaggio.

… prima di scrivere davvero la parola fine era però importante effettuare la revisione del manoscritto. Rivedere eventuali errori di battitura e controllare che non ci fossero intoppi al fluire della storia tra i protagonisti.

Fermarsi per un attimo, prima dei consueti festeggiamenti, permette di ripercorrere mentalmente i giorni trascorsi, cedendo il passo a emozioni a volte contrapposte che è necessario accogliere e armonizzare. Dolore, rabbia e tristezza quando gli eventi non sono andati come avremmo voluto, quando ci si è sentiti bloccati da un disagio fisico e psicologico che ha silenziato le risorse interne. Ma anche gioia e pienezza quando sono stati raggiunti nuovi obiettivi, quando si è riusciti a dar luce a una parte di sé, magari rimasta in ombra per un po’ di tempo. Nel fare questo viaggio all’indietro è importante iniziare a vedersi come protagonisti attivi del proprio anno, che non significa dare forza all’illusione di controllo, non è possibile avere il controllo su tutto, ma iniziare a essere consapevoli di quelle che sono le azioni compiute e delle reazioni ottenute.

… E dopo aver compiuto tutto ciò, il grande saggio girò l’ultima pagina. Quel pomeriggio si dedicò del tempo per riprendersi dalla fatica che la scrittura aveva richiesto e per iniziare a elaborare un nuovo manoscritto. Decise di uscire e di stare nel mondo, osservando con occhi attenti tutto ciò che stava accadendo intorno a lui.

I desideri per il nuovo anno hanno bisogno di tempo per prendere forma. È importante riscoprire la propria dimensione desiderante perché è questa che aiuta nella quotidianità ad afferrare le opportunità che si presentano e permette di avere un nuovo sguardo su quanto viviamo.

Solo vivendo con consapevolezza il momento presente è possibile intravedere la realizzazione dei desideri espressi.

L’io desiderante ha la possibilità di proiettare il soggetto nel futuro, ma è solo nel presente che può avere piena realizzazione. L’agire con consapevolezza aiuta anche ad affrontare quanto accade da diversi punti di vista. Proprio questa capacità si rivela adattiva nei momenti di forse empasse.

… Mancava poco alla mezzanotte, un nuovo libro era pronto per essere scritto. Così il grande saggio decise di esprimere 12 desideri, uno per rintocco, che guidassero la sua mano sulle pagine bianche che impilate lo guardavano dalla scrivania.

Provate a identificare 5 aree che impattano sulla vostra qualità di vita. Cinque perché la letteratura suggerisce che sia il numero medio che possa coprire la vita di ogni individuo. Siano aree e quindi non persone (es., l’amicizia e non l’amica), date loro un titolo e scrivete cosa racchiude ognuna di esse. Anche se vi sembrano ridondanti e scontate, è importante che definiate bene di cosa state parlando. Esprimete poi per ognuna 2 desideri: questi saranno degli obiettivi-guida che vi impegnate a perseguire; siate precisi e, seppur ambiziosi, siano realizzabili e sotto la vostra responsabilità. Avrete ora 10 obiettivi per la vostra Wish-List 2017, ma, per seguire il grande saggio, voglio donarvene due:

  1. Regalatevi tempo. Lo stress è spesso dettato dalla percezione dell’urgenza. Nella vostra agenda occupate quotidianamente alcune ore per dedicarvi alle cose che vi piacciono, a voi, anche al fare ‘niente’ e solo dopo riempite tutte queste attività di significati. Prendersi un appuntamento con se stessi significa aumentare la propria responsabilità personale in una spirale egosintonica di emozioni, pensieri e azioni che nutrono la propria dimensione di piacere.
  2. Educatevi a stare nel momento presente, che non significa non fare progetti, bensì essere attenti a ciò che sta accadendo dentro e fuori di voi. Il risultato di questo processo è un innalzamento della propria soglia di automonitoraggio, restituendo maggiore coscienza di ciò che si sta vivendo e ampliandone conseguentemente la capacità di scelta.

… Al termine dei rintocchi, il grande saggio appuntò una citazione benaugurale sulla pagina bianca che recitava più o meno così: ‘Le parole dell’anno trascorso appartengono al linguaggio dell’anno trascorso. E le parole dell’anno a venire attendono un’altra voce’ (TS Eliot). E con nuova predisposizione d’animo un nuovo capitolo iniziò a essere scritto.

Riconoscere il cambiamento insito in se stessi permette di non replicare situazioni e schemi del passato. Infatti, se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi essere pronto a fare qualcosa che non hai mai fatto (anonimo). Siate educati con voi stessi quest’anno, rispettate la vostra WishList e abbiate cura di rileggerla spesso per tenerla sempre a mente, spuntando le varie voci quando le realizzate. Ovviate alla naturale tendenza alla procrastinazione, dedicando tempo ed energia per immaginare la ricompensa attesa. Questo è quello che ci dicono le neuroscienze con un aumento di attivazione delle regioni pre-frontali del cervello, cioè quelle aree più legate alle decisioni e alla massimizzazione del guadagno.

La vita è una serie di cambiamenti naturali e spontanei. Non li resistere. Resisterli crea solo dolore. Che la realtà sia la realtà. Lasciate che le cose fluiscano spontaneamente in avanti nel modo che vogliono (Lao Tzu).

 

BUON 2017

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Emozioni
idee-regali-natale-2
È Natale! “Regaliamo” o “doniamo”?

Il periodo natalizio rappresenta per molti, l’opportunità di ritrovarsi, di stare in famiglia, di condividere. Quello del regalo è uno...

Chiudi