Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Ansia e Depressione > L’ansia da controllo

Ansia e Depressione

L’ansia da controllo

bisognodicontrollo
Psicologo
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Genitori e Figli
Cell.: 347/6790034

Si parla moltissimo oggi di ritagliarsi del tempo personale, degli spazi di piacere lontano dal ritmo scandito e iper-organizzato della quotidianità eppure non tutti riescono in questa impresa, non solo perché si fatica proprio logisticamente a farlo ma anche perché, laddove si riesca a trovare quel giorno o quell’ora da dedicare a sé stessi, spesso non è davvero così.

Dietro la routine del “fare” si nasconde infatti molto spesso l’esigenza di tenere la propria vita sotto controllo, riflesso di una grande difficoltà a stare in contatto vero e profondo con ciò che siamo, pensiamo e sentiamo.

Questo atteggiamento di controllo, più precisamente definito ansia da controllo, è molto più diffusa di quanto si pensi.

Non c’è bisogno infatti di avere un attacco di panico o di essere schiavi di forti rituali ossessivi per possedere un’ ansia da controllo, questa può essere presente tranquillamente  in comportamenti molto comuni come ad esempio:

  • difficoltà a delegare agli altri qualsiasi cosa
  • fuga di fronte a situazioni nuove che potrebbero esporci troppo
  • giornate pre-organizzate con ritmi serratissimi
  • tendenza a rimandare un’azione o una decisione finchè non ci si senta pienamente sicuri.

Che cosa ci induce a questo comportamento e perché è tanto diffuso?

Quando la nostra attenzione è così tanto spostata sul mondo esterno stiamo semplicemente spostando il problema. Chiederci chi siamo e cosa stiamo provando può essere a volte molto faticoso o troppo doloroso e così è come se provassimo a tenere sotto controllo le emozioni esercitando un controllo sul mondo intorno a noi. Questa è però chiaramente un’illusione, in quanto appena alcune cose, per qualsiasi motivo, non vanno come avevamo programmato è facile sperimentare ansia, rabbia e disagio, con una conseguenza negativa che impatta sulla vita.

Quello che capita realmente è che non si riescono ad abbracciare pienamente le emozioni e i cambiamenti e si finisce con il vivere in uno stato di perenne tensione e rigidità. Anche dietro il comune desiderio di perfezione, si nasconde spesso una grande paura di sbagliare ma soprattutto di non essere amati e accettati se capaci di fare degli errori.

Non è facile per l’individuo accogliere emozioni sgradevoli nè accettare facilmente i cambiamenti, ma se diventiamo consapevoli di quanto sia l’esigenza di allontanarci da questo sentire a imprigionarci spesso in comportamenti controllanti, allora può esserci un margine di riflessione su di noi e su ciò che vogliamo per il nostro benessere.

Tenendo presente  che ogni  cambiamento è possibile se accompagnato anche da un’azione, piccole azioni che aiutano a lavorare su questo aspetto potrebbero essere:

1. Allontanare il bisogno di perfezione. Tendiamo al meglio per migliorarci non per essere perfetti.

2. Curarsi solo di ciò che può dipendere da noi. C’è solo una parte che possiamo controllare del mondo che ci circonda, un’altra la possiamo leggermente influenzare, ma alcune cose sono totalmente fuori dal nostro controllo.

3. Smettere di pre-occuparci. Occuparci di ciò che ancora non esiste può diventare solo uno spreco di energie a discapito di quelle che potremmo utilizzare per affrontare il momento presente.

4. Sintonizzarci sulle nostre emozioni. Alleniamoci a chiederci cosa proviamo o cosa abbiamo provato in quella certa situazione.

 5. Introdurre nuove abitudini. È necessario abbandonare la zona di agio ed entrare in quella di dis-agio, unica in grado di darci nuove possibilità.

Dobbiamo sapere che in generale la tendenza al controllo contiene sempre una base ansiogena, anche se poi la si può anche vivere senza grandi difficoltà. Senz’altro però  se avvertiamo sensazioni di disagio come quelle descritte sopra allora è necessario riflettere sull’importanza di affrontarle, anche con l’aiuto di un esperto se necessario.

Sotto un breve filmato che a mio avviso tocca con molta sensibilità questo tema. Buona visione:

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... Ansia e Depressione
images
“Soli mai”: la sindrome dell’abbandono

Sia i bambini che gli adulti possono fare i conti con la paura di essere abbandonati. Come si manifesta? Come...

Chiudi