Trova il tuo Psicologo
       Psicoterapeuta B4U

B4U > Magazine > News > Giornata Internazionale della Famiglia

News

Giornata Internazionale della Famiglia

famiglia
Psicologo Psicoterapeuta
Aree di Competenza: Ansia e Depressione, Ben-essere, Genitori e Figli
Cell.: 3470571342

Dal 1995, il 15 maggio è la Giornata Internazionale della FamigliaChi e perché ha fondato tale ricorrenza?

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, tramite questa ricorrenza vuole promuovere la riflessione del MONDO sulle tematiche della famiglia. L’Onu vuole così stimolare una migliore comprensione delle funzioni, dei problemi e dei bisogni legati alla famiglia.

L’idea di fondo è che i processi sociali, economici e demografici riguardano il singolo ma allo stesso modo, per effetto di un meccanismo circolare, entrano in gioco nella vita della famiglia.

 

Si vuole cioè portare l’attenzione verso quello che l’Onu riconosce come un sistema che è al centro della società e che permette di fornire una sede stabile ed un sostegno per le persone.

famiglia, famille, family, familie, aile

Ognuno di noi, pur conoscendo il termine “famiglia”, ne ha una propria rappresentazione alla luce della personale esperienza nel proprio nucleo familiare. Tale rappresentazione è strettamente connessa sia alla personale esperienza che al contesto socio-culturale d’appartenenza.

Dagli anni ’50 la famiglia è stata definita un piccolo gruppo. Questa definizione va arricchita come ricco è questo “piccolo gruppo”.

Partendo da ciò che Lewin individua come elementi caratteristici di un gruppo, possiamo riconoscere come la famiglia sia qualcosa di diverso dalla semplice somma dei suoi membri. È un gruppo con una sua struttura e con degli specifici aspetti relazioni. Al suo interno i familiari tra loro interagisco e sono legati sia per consanguineità che per scelte affettive.

Il gruppo familiare ha pertanto una sua struttura ed è un po’ come un essere vivente che vive in movimento; la sua vita è scandita da eventi che il mondo della psicologia definisce: momenti di “crisi”.

Eventi significativi nella vita della famiglia vanno dalla nascita di un nuovo membro, all’alternarsi delle fase di sviluppo che riguardano i vari componenti della famiglia stessa (dall’adolescenza al pensionamento . . . ).

La concezione idealizzata, diffusa e messa in evidenza spesso dai media (ad esempio nelle pubblicità), è di una famiglia “normale” come una famiglia senza tensioni. Questa “utopica” immagine si sgretola osservando una qualsiasi famiglia reale la quale presenta problemi di ordine comune.

Cosa succede nelle famiglie quando ci sono eventi stressanti?

Secondo Hill la crisi è il risultato dell’interazione tra un evento stressante e la capacità della famiglia di reperire le risorse per affrontarlo. Il significato che la famiglia attribuisce all’evento stressante e la percezione dell’evento stesso, hanno una grande influenza sul modo in cui il nucleo familiare reagisce. Il processo di riadattamento della famiglia dopo l’impatto con l’evento stressante prevede tre periodi:

- un periodo di disorganizzazione;

- un periodo attivo di ricerca delle soluzioni;

-  il raggiungimento di un nuovo livello di organizzazione.

Non è quindi l’assenza di problemi che distingue una famiglia “normale” da una “anormale”, ma la sua capacità di affrontare e adattarsi a situazioni nuove che richiedono modelli alternativi di funzionamento.

Canta e suona così G. Gaber:

“La famiglia tanto amata

è una morbida coperta

che ti lascia una ferita

che rimane sempre aperta.”

G. Gaber

Le parole del cantautore Gaber ci permettono di sottolineare quanto la famiglia assuma importanza nella vita di ogni singolo individuo influenzandola. Nel grande cammino della formazione e strutturazione dell’immagine di noi, entrano fortemente in gioco le interazioni della prima infanzia. Il bambino assimila quelli che sono i propri atteggiamenti, le proprie reazioni nel relazionarsi con l’altro e vedrà così strutturarsi la propria personalità.

La giornata di oggi si pone l’obiettivo, come già detto, di portare i grandi della terra a riflettere sulla vita del nucleo familiare. Questo obiettivo si lega al fenomeno di metamorfosi della famiglia che valica ogni singola famiglia e che è direttamente connesso alla società, alle culture e ai cambiamenti sociali.

Monogamia, poligamia, credo religioso, sono solo alcuni degli aspetti che fortemente influenzano le caratteristiche che può assumere la famiglia.

Pertanto, nel corso della storia e alla luce dei movimenti socio-culturali le famiglie tendono ad assumere sempre diverse forme e, per effetto degli incontri multiculturali, a ritrovarsi l’una vicino all’altra.

Nel corso della Giornata Internazionale 2010 il tema affrontato è stato “L’impatto delle migrazioni sulle famiglie nel mondo” proprio per sottolineare come il contesto delle famiglie sia fortemente caratterizzato da imponenti movimenti migratori, individuali, familiari e collettivi.

Attraverso la famiglia, nella famiglia, ognuno di noi vede definirsi quelle che saranno le radici per il proprio sviluppo.

La famiglia è di frequente rappresentata iconicamente attraverso un albero. La psicologia riconosce alla famiglia grande importanza e ad esempio attraverso lo strumento del “genogramma” vuole analizzare la rappresentazione grafica della struttura di una famiglia.

 

In questo strumento si vuole conoscere la strutturazione del nucleo familiare partendo dalla semplice descrizione dei legami di parentela giungendo fino all’analisi degli elementi relazionali, emotivi e affettivi; tra i rami si possono celare le motivazioni sottostanti a molti comportamenti.

In conclusione possiamo dire che, come nell’ambito della psicologia attraverso l’uso dello strumento del genogramma ci si focalizza sulle dinamiche relazionali oggettive e su come la persona si rappresenta e vive le dinamiche familiari al fine di meglio comprendere come la persona affronta la vita, così la ricorrenza Internazionale di oggi, vuole stimolare la riflessione sulle dinamiche del sistema familiare per meglio comprendere e sostenere il micro sistema sociale della famiglia.

Buon ascolto

http://www.youtube.com/watch?v=a7XosVojFfs

 

 

 

Bibliografia:

www.onuitalia.it

D’atena, (1996), “La famiglia come risorsa conoscitiva”, Unicopli milano.

Malagoli Togliatti M., Telfener, “Dall’individuo al sistema. Manuale di psicopatologia relazionale”, Bollati Boringhieri.

Scabini, Cigoli, (2000) “Il famigliare. Legami, simboli e transizioni” Raffaello Cortina Editore .

 

 

Lascia un commento

Scegli l'account con il quale vuoi firmare il commento

Benessere4u è un sito web dedicato al benessere psicofisico continuamente alimentato dalla professionalità e competenza di centinaia di psicologi e psicotepeuti professionisti sparsi in tutta italia. Trova lo specialista più adatto alle tue esigenze!

Altro... News
bella-giorno-e-notte
Essere bella giorno e notte

Fa riflettere il caso della giovane sudcoreana che per due anni ha tenuto sul viso un consistente strato di trucco...

Chiudi